David le Bailly scelto dai lettori per il premio Marguerite-Puhl-Demange

David le Bailly scelto dai lettori per il premio Marguerite-Puhl-Demange
David le Bailly scelto dai lettori per il premio Marguerite-Puhl-Demange
-

È una giornalista e giornalista che ha creato l’omonimo premio Marguerite-Puhl-Demange ed è una giornalista e scrittrice che, 37 anni dopo, lo ha vinto per il suo libro L’albergo della follia (edizioni Le Seuil). Il parigino David le Bailly era a Metz questa domenica 21 aprile. In questo terzo e ultimo giorno di Le Livre à Metz, collocato in Place de la République, l’autore ha ricevuto l’onorificenza dalle mani di Aline Brunwasser, presidente dell’associazione Le Livre à Metz e Patrick Thill, deputato alla cultura della città di Metz. “Sono felice e orgoglioso. È un premio dei lettori che ha una grande importanza, un premio per chi non fa editoria, chi non mi conosce. È un onore e una gioia. Mi ha anche permesso di scoprire la città di Metz, la sua qualità di vita, questo fascino che esercita su di me in modo importante. » Il suo premio vinto, il giornalista investigativo che si è fatto le ossa Incontroha l’Obs’ha riportato l’opera che lo ha portato a scrivere L’albergo della follia. “Ho agito come per un’inchiesta giornalistica. È un libro duro, non lo nascondo…” Racconta la ricerca della storia di una nonna, una vita cucita insieme pezzo dopo pezzo da un nipote privo di informazioni sulla vita della sua stessa famiglia. .

-

NEXT Autore di due libri a 19 anni, Louis Lefèvre usa le parole per guarire