Biden minaccia di sospendere alcune consegne di armi se Israele attacca Rafah

Biden minaccia di sospendere alcune consegne di armi se Israele attacca Rafah
Biden minaccia di sospendere alcune consegne di armi se Israele attacca Rafah
-

Joe Biden ha avvertito mercoledì che “non consegnerà” alcune armi a Israele, di cui gli Stati Uniti sono il principale sostenitore militare, in particolare “proiettili di artiglieria”, in caso di una grande offensiva contro Rafah, un avvertimento senza precedenti da parte di Washington .

• Leggi anche: Agli ospedali nel sud di Gaza restano solo tre giorni di carburante

• Leggi anche: Ufficio in Israele: il Quebec potrebbe sostenere le compagnie di armi

• Leggi anche: Gaza: Israele annuncia la riapertura del valico di Kerem Shalom

“Se entrano a Rafah, non consegnerò loro le armi che sono sempre state usate (…) contro le città”, ha detto in un’intervista alla CNN.

“Non consegneremo le armi e i proiettili di artiglieria che sono stati utilizzati” finora, ha detto Joe Biden.

Questa è la prima volta che l’81enne democratico stabilisce pubblicamente le condizioni per il sostegno militare americano a Israele.

Interrogato sulla decisione americana della scorsa settimana di sospendere la consegna di un carico di bombe, ha commentato: “I civili sono stati uccisi a Gaza a causa di queste bombe”, e ha aggiunto: “È sbagliato”.

Tuttavia, ha assicurato che gli Stati Uniti continueranno a “garantire che Israele sia protetto dall’Iron Dome”, il suo scudo di difesa aerea.

Interrogato sull’operazione militare che Israele ha già lanciato a Rafah, cittadina nel sud della Striscia di Gaza dove si sono rifugiati più di un milione di palestinesi, Joe Biden ha risposto che essa non ha interessato i “centri abitati”, suggerendo quindi che si tratta di non una grande offensiva che richieda una reazione da parte sua.

“L’ho detto chiaramente a Bibi (il primo ministro Benjamin Netanyahu, ndr) e al gabinetto di guerra: non avranno il nostro sostegno se davvero entreranno nei centri abitati”, ha detto il presidente americano.

Joe Biden ha assunto il ruolo di principale sostenitore di Israele in seguito all’attacco senza precedenti di Hamas del 7 ottobre, ma il suo rapporto con Benjamin Netanyahu ha visto diversi episodi di alta tensione, e potrebbe raggiungere un punto di rottura attorno alla questione Rafah.

Secondo un alto funzionario americano a condizione di anonimato, la settimana scorsa è stata sospesa una spedizione composta da “1.800 bombe da 2.000 libbre (907 kg) e 1.700 bombe da 500 libbre (226 kg)”.

-

PREV Joe Biden annuncia lo stop alle consegne di armi offensive a Israele in caso di intervento militare a Rafah
NEXT L’IDF colpisce più di venti obiettivi di Hezbollah nel sud del Libano, Hezbollah lancia ancora più missili e droni contro Israele | VIVERE