A che età siamo considerati vecchi?

-

Ovviamente tutto è spesso relativo: a 15 anni già si considera che a 30 si sia vecchi. Chi ha 30 anni mette le cose in prospettiva dicendo a se stesso che prima dei 60 anni va tutto bene. Tuttavia, grazie all’aumento dell’aspettativa di vita, l’essere “anziani” avviene più tardi di quanto si possa pensare. Lo spiegheremo!

Quando siamo veramente “vecchi” oggi?

Uno studio condotto da American Psychology ha intervistato più di 14.000 persone in Germania, nate tra il 1911 e il 1974, per scoprire la loro percezione della vecchiaia.

I partecipanti nati nel 1911 consideravano anziana una persona all’età di 71 anni quando ne aveva 65, i nati nel 1956 fissavano l’inizio della vecchiaia a 74 anni.

video

Possiamo quindi pensare che con il passare del tempo l’inizio della vecchiaia si attenuerà ulteriormente ai nostri occhi. Con i progressi della scienza e della medicina, viviamo vite più lunghe e più sane.

Salute: bere due birre al giorno farebbe invecchiare il cervello di dieci anni, secondo uno studio

-

PREV Ceci, anche in Svizzera
NEXT Guinea: Moussa Dadis Camara rischia l’ergastolo | APAnews