Castelnaudary. Mercatino dei designer: 2a edizione sabato alla Halle aux grains

Castelnaudary. Mercatino dei designer: 2a edizione sabato alla Halle aux grains
Castelnaudary. Mercatino dei designer: 2a edizione sabato alla Halle aux grains
-

l’essenziale
Trentacinque creatori saranno presenti questo sabato al mercato del grano. L’opportunità di scoprire veri talenti.

Tutto è iniziato, alla BGE, che sostiene gli ideatori di attività beneficiarie della RSA, con un mercatino di Natale, circa dieci anni fa. Organizzato qui, al BGE, da Marie-Jo Joulia. Un piccolo mercato che si è affermato anno dopo anno. Fu esportato nella Casa per Giovani Operai, ad Anras. “Ci siamo poi posti la questione di organizzarlo con il bel tempo”, spiega Nathalie Degara │Coordinatrice per l’inclusione, Centro di solidarietà del Dipartimento. Così è stato fatto… Prima con uno dei soci, Emmaüs, e ora con l’acquisizione della Halle aux Grains. Questo fine settimana, sabato 25 maggio, dalle 9,30 alle 18, incontreremo gli amanti delle cose belle, dei mestieri artistici e dei lavori diversi e variegati in tanti campi.

Lavoro collaborativo

Questo evento è il culmine del lavoro di collaborazione e partenariato tra le strutture dell’Aude che sostengono la creazione di attività: dalla BGE Ouest Aude, Envol Artistique e Cemafor, strutture che sostengono progetti di integrazione come ACILAB e laboratori di vita attiva a Carcassonne e Castelnaudary (ADAFF). E tutti ringraziano il sostegno del comune che offre “comfort e tecnicità per artisti e creatori. Queste sono condizioni professionali”, sottolinea Claire, amministratrice di Envol Artistique.

Trentacinque artisti e creatori

Saranno presenti trentacinque artisti e creatori. Per ospitare l’esposizione e la vendita di concerti. Da segnalare anche un piccolo stand gastronomico per chi volesse fare uno spuntino in loco. “Vigilia della festa della mamma per piccoli regali last minute”, sottolinea la signora Degara. Gioielli, ceramiche, sculture, vimini, ceramiche, abbigliamento, oggetti decorativi, pittura, fotografie, oli essenziali e idrolati, saponi, lampade create con oggetti antichi, succhi di frutta biologici, vini… E anche laboratori partecipativi gratuiti o a basso costo ( 50ct, 1 € per la materia prima). Tutti veri artisti che, poiché è difficile abbandonare la propria arte, si trovano nelle RSA e alcuni sono usciti dal sistema proprio grazie alla loro attività. “Artisti e creatori impegnati e appassionati. Produzioni francesi e dell’Aude ed è ora di sostenere queste persone che stanno facendo sforzi notevoli. Vogliono e hanno bisogno del pubblico”, indica il rappresentante di Envol Artistique. Da notare anche la partecipazione delle strutture di integrazione attraverso attività economiche come progetti di integrazione e laboratori nella vita lavorativa. a volte producono oggetti che sono anche artistici. Tutto è fatto a mano, nei laboratori.

Alla fine, alcuni molto, molto belli da scoprire e acquisire. “La prima idea era mostrare agli amministratori cosa erano capaci di fare, che queste non erano persone che non facevano nulla”. Questo evento è organizzato nell’ambito del sostegno ai destinatari RSA, nell’ambito del

Programma di inserimento dipartimentale finanziato dal Dipartimento dell’Aude e con il sostegno del Comune di Castelnaudary. Non è perché questi artisti e creatori sono beneficiari della RSA che non sono di grande qualità. Alcuni di loro hanno un respiro nazionale o addirittura internazionale. livello. Assolutamente da scoprire questo sabato dalle 9:30 alle 18 al mercato del grano; L’inaugurazione avrà luogo alle ore 11.00

-

PREV questo colore di smalto originale è molto richiesto per questa estate 2024
NEXT Valady. Jean Couet-Guichot e Gaya Wisniewski, due artisti residenti nella regione