Morte di Fred Dewilde, autore di fumetti e sopravvissuto al Bataclan, all’età di 58 anni

Morte di Fred Dewilde, autore di fumetti e sopravvissuto al Bataclan, all’età di 58 anni
Descriptive text here
-
>>>>
HuffPost Fred Dewilde, sopravvissuto al Bataclan

HuffPost

Fred Dewilde, sopravvissuto al Bataclan

BATACLAN – La sua vita è cambiata dall’oggi al domani, il 13 novembre 2015, mentre assisteva al concerto degli Eagles of Death Metal. Più di otto anni dopo gli attentati al Bataclan, alle Terrazze e a Saint-Denis che provocarono 130 morti, Fred Dewilde scelse di togliersi la vita. L’annuncio della sua scomparsa è stato dato dai suoi parenti e dall’associazione Life for Paris, con la quale da allora collaborava.

Life for Paris ha condiviso sul social network X una lettera scritta dalla famiglia di Fred Dewilde. Il testo spiega che l’autore del fumetto si è tolto la vita il 5 maggio dopo anni di lotta contro ” i suoi traumi », che aveva ampiamente documentato anche nei suoi fumetti.

La lettura di questo contenuto potrebbe comportare l’inserimento di cookie da parte dell’operatore terzo che lo ospita. Tenendo conto delle scelte che hai espresso riguardo al deposito dei cookie, abbiamo bloccato la visualizzazione di questo contenuto. Se desideri accedervi devi accettare la categoria di cookie “Contenuti di terze parti” cliccando sul pulsante sottostante.

Riproduci video

Il suo immenso appetito per la vita portato dall’amore che dava tanto quanto riceveva, la sua energia comunicativa, il suo umorismo caustico, le sue opere toccanti, i suoi progetti pieni di cassetti furono falciati in una notte da un insormontabile impulso suicida, il farci sordo a qualsiasi futuro », si legge ancora nel testo.

All’origine di questo impulso suicida per i suoi cari, le cicatrici indelebili lasciate dagli attentati del 2015”. Noi, la sua famiglia, siamo sotto shock e devastati dalla violenza con cui questo subdolo veleno diffuso dai terroristi del 13 novembre 2015 lo ha colpito senza sosta dopo più di 9 anni di feroce resistenza. Lo hanno ucciso una seconda volta, senza ulteriori possibilità di sopravvivenza. »

Fred Dewilde, i fumetti per guarire

Nel 2016, circa un anno dopo la tragica serata, Fred Dewilde ha pubblicato il fumetto Il mio Bataclan (Il migliore). Accompagnata da 22 pagine di testimonianze, l’opera ha ripercorso l’evento dall’interno della stanza, così come lo ha vissuto Fred Dewilde. Attraverso un disegno in bianco e nero e i terroristi rappresentati sotto forma di scheletri, ha descritto i suoi ricordi, i suoi traumi (“Non siamo altro che una massa brulicante di vivi, di feriti, di morti, una massa di paura, che urla di terrore”), ma anche l’incontro con la vicina Elisa.

Nella seconda parte dell’album intitolata Rivivere, ha affrontato la difficoltà di continuare ad andare avanti dopo essere arrivati ​​vicini alla morte. In un secondo fumetto scritto dopo gli attentati di Nizza del luglio 2016 Il morsoha anche affrontato l’importanza di rifiutare l’odio.

In un’intervista con HuffPost nel 2019, Fred Dewilde confidò: “ Ho cercato di continuare a vivere per 4 anni. Qualunque mezzo di ricostruzione di cui disponiamo è tristemente insufficiente. Con la scarsità dell’aiuto psicologico che abbiamo avuto, negli anni a venire dovremo affrontare un problema di salute pubblica. » Aveva anche dormito in un’opera teatrale (scritta insieme a Franck del gruppo musicale Captain Boogy) e intitolata Guarisci la mia vitacosa significasse veramente essere un sopravvissuto.

Se sei preoccupato per una persona cara o se hai pensieri suicidi, puoi chiamare il 3114. Gratuito, questo servizio offre un ascolto professionale e riservato, 24 ore su 24, 7 giorni su 7, da parte di infermieri e psicologi appositamente formati.

Vedi anche su HuffPost :

La lettura di questo contenuto potrebbe comportare l’inserimento di cookie da parte dell’operatore terzo che lo ospita. Tenendo conto delle scelte che hai espresso riguardo al deposito dei cookie, abbiamo bloccato la visualizzazione di questo contenuto. Se desideri accedervi devi accettare la categoria di cookie “Contenuti di terze parti” cliccando sul pulsante sottostante.

Riproduci video

-

PREV In mutandine visibili e trasparenti, Naomi Campbell sfoggia sul red carpet di Cannes
NEXT L’Allianz Riviera tiene il suo mega-concerto estivo: annunciato il rapper Travis Scott per il 6 luglio a Nizza