costretta a lasciare la Francia, la sua casa in Normandia confiscata: “Il fisco mi ha portato via tutto!”

-

Alternativamente cantante e attrice, l’americana Jeanne Manson mantiene un rapporto carnale con la Francia. Presente regolarmente in Francia dagli anni ’70, onora ancora spesso il nostro Paese con la sua presenza. Ma questo amore reciproco ha subito un duro colpo a causa dei problemi con il fisco costretto a lasciare il paese. Martedì, questo amore condiviso tra la Francia e il cantante ha preso una svolta drammatica. Convocata in tribunale, ha fatto un infarto. Attualmente è ricoverata in ospedale a Lione.

Per celebrare 40 anni di carriera tutta francese, Jeanne Manson ha pubblicato un album da collezione. L’artista 73enne ha portato a casa un enorme successo con più di 30 milioni di album venduti, 4 dischi d’oro e uno di platino. Il suo successo Prima di salutarci, che vendette più di 3 milioni di copie in poche settimane, segnò l’inizio del suo intimo rapporto con i francesi.

Jeane Manson ricoverata in ospedale per infarto

Mentre si trovava in Francia per l’udienza d’appello nel caso di diffamazione tra lei e la figlia dell’attore Richard Berry, l’ex cantante Jeane Manson è stata vittima martedì 7 maggio 2024 di un ” attacco di cuore “. Da allora è stata ricoverata in ospedale a Lione. Il suo manager, però, ha dato notizie rassicuranti questo mercoledì pomeriggio: “la sua prognosi vitale non è più in pericolo”.

Martedì i vigili del fuoco lo avevano soccorso direttamente Jeanne Manson, in tribunale. L’ex compagno di Richard Berry ha lasciato d’urgenza l’aula. Mentre il suo avvocato doveva prendere la parola per la sua difesa, la cantante era molto agitata. Dopo un’udienza durata diverse ore, il più francese degli americani avrebbe preso la parola, prima sentirsi debole. “Quando tornerà a sedersi, penso che cadrà a faccia in giù. Cerca di alzarsi, ma vedo che sta cadendo. E poi vengo a stringerla perché lo vedoSi accascia a terra”ha dichiarato Fabien Lecoeuvre, agente e amico di Jeane Manson Gala.

credito fotografico: BFMTV Jeane Manson ricoverata in ospedale a seguito di un infarto.

Jeane Manson vende la sua casa in Normandia

Il rapporto tra la Francia e Jeane Manson, iniziato così bene, non è più in buona forma. È stata infatti costretta a trasferirsi in seguito a problemi con l’amministrazione fiscale. Dovette persino vendere la sua casa normanna e emigrare in un piccolo villaggio catalano, Peralada. Colei che si era ritirata dall’arte dichiarò a questo proposito di esserlo stata “costretti a continuare a lavorare per vivere”.

“Gli ufficiali giudiziari sono arrivati ​​a casa mia, in Normandia. Cinque di loro vennero come corvi a impossessarsi dei miei mobili. Quando li ho visti, ho avuto paura della mia vita. Sono stato costretto a farlo pagare 150.000 euro stare calmo, ma dovevo farlo mettere in vendita la mia casa. Il fisco mi ha preso tutto! Tutto il frutto del mio lavoro. Dovrò cantare fino al mio ultimo respiro per pagare le tasse”, ha dichiarato di farlo Domenica in Francia.

credito fotografico: C8 Jeane Manson ha venduto la sua casa per pagare i suoi debiti fiscali.

Jeane Manson lascia a malincuore la Francia

La star degli anni ’70 ha poi parlato di come il trasloco l’ha influenzata. “Abbandonare la Francia era un straziante! Soprattutto in modo così brutale! La mia casa mi fu comunque tolta e fui costretto a vendere tutti i miei cavalli. Questo è quello che mi ha rattristato di più, ho pianto molto per loro. Mi consolo dicendomi che era il mio destino”.

Jeane Manson durante un'intervista

credito fotografico: Youtube/@nonstoppeople Jeane Manson lascia la Francia per stabilirsi in Spagna.

Successivamente la cantante cambiò costume per entrare nel mondo della pittura e aprì una galleria in Spagna. “Mia madre era una pittrice, vendo lì alcune sue opere, oltre alle foto di mio fratello, fotografo professionista. Sono molto orgoglioso, perché ci sono già persone da tutto il mondo che vengono nel mio negozio”. Una seconda carriera lontano dalla Francia per la star degli anni ’70.

-

PREV incredibile in “The Voice”, Alphonse rifiuta la canzone composta dal suo allenatore Zazie… e vince il trofeo!
NEXT dopo le battute sporche e le mani vaganti, “osa parlare”