Mireille Mathieu, Sophie Marceau, Luc Besson… Celebrità invitate alla cena di stato in onore di Xi Jinping

Mireille Mathieu, Sophie Marceau, Luc Besson… Celebrità invitate alla cena di stato in onore di Xi Jinping
Mireille Mathieu, Sophie Marceau, Luc Besson… Celebrità invitate alla cena di stato in onore di Xi Jinping
-

Il presidente cinese Xi Jinping è stato ricevuto questo lunedì sera all’Eliseo per una cena organizzata in occasione della sua visita di Stato in Francia. Tra gli ospiti, personalità del mondo della musica, del cinema e anche dell’imprenditoria.

Accoglienza in pompa magna agli Invalides, tappeto rosso e banchetto all’Eliseo: per la sua prima tournée europea dal 2019, il presidente cinese Xi Jinping viene accolto in pompa magna questo lunedì 6 maggio.

Numerose personalità furono invitate alla cena di stato in suo onore all’Eliseo. Tra loro, la cantante Mireille Mathieu, il cantautore Jean-Michel Jarre accompagnato dalla moglie, l’attrice sino-singaporiana Gong Li, e l’attrice Sophie Marceau.

Salma Hayek, Luc Besson…

È arrivata anche l’attrice Salma Hayek con il marito, Francois-Henri Pinault, miliardario e amministratore delegato del gruppo Kering (Gucci, Saint-Laurent, Balenciaga…). Sono stati invitati numerosi imprenditori: Bernard Arnault (LVMH), Xavier Niel (Free), Patrick Pouyanné (Total Energies), Carlos Tavares (Stellantis)…

Tra gli ospiti anche Jean Nouvel e sua moglie Lida Guan, di origine cinese, così come l’ex ministro della Cultura Jack Lang. Anche il regista Luc Besson ha sfilato sul tappeto rosso dell’Eliseo per questa cena di Stato. A questa cena partecipano membri del governo, come il ministro delegato al commercio estero, Franck Riester o il ministro dell’Economia Bruno Le Maire.

Emanuele Macron celebra 60 anni di relazioni diplomatiche bilaterali con il suo omologo cinese, arrivato domenica a Parigi. Lunedì si è svolta una cerimonia formale di benvenuto a Les Invalides, al suono della fanfara militare.

Una visita di due giorni

I due capi di Stato si sono anche scambiati dei doni: Emmanuel Macron ha offerto del cognac al suo omologo cinese, prima di ringraziarlo per non aver imposto tasse doganali “provvisorie” sul cognac francese. Questo è oggetto di un’indagine antidumping avviata dalle autorità cinesi.

Più in generale, Emmanuel Macron ha spiegato di voler sollevare “in tutta amicizia e fiducia” le “preoccupazioni, per cercare di superarle”, invocando regole commerciali “giuste”. L’Unione europea “non esiterà a prendere decisioni ferme” per “proteggere la sua economia e la sua sicurezza”, ha sottolineato anche la presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen, dopo un incontro con i due presidenti.

Nel pomeriggio, il duo franco-cinese si è incontrato al palazzo presidenziale per un tête-à-tête più politico, seguito da dichiarazioni alla stampa. Martedì i presidenti e le loro mogli si incontreranno sui Pirenei.

I più letti

-

PREV Pierre Palmade, la rabbia delle vittime dopo la decisione: “il bambino che stava per nascere non è niente agli occhi di…”
NEXT “Vorrei riportare in vita bellissime canzoni con testi”