Emmanuel Moire (Il domani ci appartiene) evoca la tragica morte del fratello gemello

Emmanuel Moire (Il domani ci appartiene) evoca la tragica morte del fratello gemello
Emmanuel Moire (Il domani ci appartiene) evoca la tragica morte del fratello gemello
-

In occasione dell’uscita del suo nuovo singolo, Essere un uomo, Emmanuel Moire è stato ospite di Bernard Montiel questo sabato 4 maggio alle 12:00 1 ora con… su RFM. Ha parlato della grande tragedia che ha segnato la sua vita, la morte brutale del fratello gemello.

Il resto sotto questo annuncio

Ogni sabato e domenica, dalle 12 alle 13, Bernard Montiel incontra i suoi ascoltatori su RFM. Per un’ora riceve un personaggio importante del mondo della musica, dello spettacolo o dell’attualità. Questo sabato, 4 maggio, l’ospite dell’uomo che si distingue anche come editorialista del TPMP è Emmanuel Moire. Dopo l’album Odissea nel 2019, ha finalmente fatto il suo grande ritorno musicale il 12 aprile con il singolo Essere un uomo. Il cantante e attore approfitta di questa intervista per ripercorrere i momenti difficili che hanno segnato la sua vita, in particolare l’improvvisa e brutale scomparsa del fratello gemello.

Emmanuel Moire alla ricerca di un senso dopo la morte del fratello gemello

Quasi 45 anni, Emmanuel Moire, noto per il suo ruolo nella serie Il domani appartiene a noi su TF1, fa il suo ritorno alla musica con un sesto album previsto per la fine del 2024. Un album descritto dall’artista come un’esplorazione del lasciar andare e dell’accettazione di sé. Questo approccio sembra fedele alla personalità di Emmanuel Moire, che si caratterizza per la sua sensibilità superficiale e la sua determinazione ad essere autentico. Ospite dentro 1 ora con questo sabato 4 maggio ha aperto il suo cuore ad un episodio tragico della sua vita: la brutale e tragica perdita del fratello gemello Nicolas nel gennaio 2009che morì in seguito un incidente causato da un conducente. Nicolas entrò in coma e morì sedici giorni dopo l’incidente. Durante lo spettacolo, Emmanuel Moire ha condiviso i suoi pensieri su questo doloroso evento: “Come tutti, mi trovo di fronte a esperienze non necessariamente facili. C’è la questione della resilienza, ma al di là di questo, è stato proprio questo evento a farmi porre tante domande, a cercare un senso. , di me stesso o della verità?

Il resto sotto questo annuncio

Emanuele Moire: “Non succede da un giorno all’altro”

Bernard Montiel intervista Emmanuel Moire sull’impatto della morte prematura e brutale del fratello gemello, chiedendogli se questa perdita lo abbia spinto a ricercare più a fondo il senso della vita. Emmanuel conferma questa idea: “In effetti, allo stesso tempo, provo molta gratitudine per questa ricerca, perché anch’io vedo chiaramente lo stato in cui mi trovo oggi e penso che l’uno non va senza l’altro”. Quindici anni dopo questa tragedia, l’artista afferma di essere lui “caminetto sufficiente” porre domande essenziali su se stesso e sulla sua esistenza. “Ho lavorato molto su me stessa per avere un significato perché è quello che mi piace di più, essere adeguata, essere sincera, affermare la mia singolarità, e questo non accade da un giorno all’altro, almeno per me.”

Articolo scritto in collaborazione con 6médias

-

PREV Folla di 1,5 milioni | Madonna incanta Rio in un concerto ‘storico’
NEXT NELLE IMMAGINI, NELLE FOTO. La Madonna incanta Rio