L’Uganda ridurrà l’indebitamento commerciale per limitare l’aumento del debito

L’Uganda ridurrà l’indebitamento commerciale per limitare l’aumento del debito
L’Uganda ridurrà l’indebitamento commerciale per limitare l’aumento del debito
-

L’Uganda spera di limitare l’aumento del suo debito concentrandosi su prestiti agevolati e riducendo i prestiti commerciali nel prossimo anno fiscale, ha detto giovedì il suo ministro delle finanze, dopo che il suo rating di credito è stato declassato il mese scorso.

Il debito pubblico del paese dell’Africa orientale è aumentato poiché il governo del presidente Yoweri Museveni ha intrapreso importanti progetti infrastrutturali, suscitando avvertimenti da parte della banca centrale.

A maggio, Moody’s ha declassato il rating sovrano dell’Uganda, citando opzioni di finanziamento sempre più limitate.

Il ministro delle Finanze Matia Kasaija ha dichiarato in un discorso sul bilancio che il debito pubblico totale ammontava a 24,7 miliardi di dollari alla fine dello scorso anno e si prevede che salirà a 25,7 miliardi di dollari entro la fine del mese.

Si prevede che i costi del servizio del debito, esclusi i rimborsi del debito interno, assorbiranno il 40,3% delle entrate nazionali nell’anno fiscale che inizia a luglio, rispetto al 33,4% dell’anno in corso.

Il governo dell’Uganda afferma che il prestito è stato utilizzato per stimolare la crescita economica, che è stata più rapida di quella di molti paesi africani dopo la pandemia di COVID-19.

Si prevede che l’economia crescerà tra il 6,4% e il 7% nel prossimo anno fiscale, ha affermato Kasaija, sostenuta dalle attività di petrolio e gas in vista della produzione di petrolio greggio prevista per il 2025/26.

Si prevede che il deficit di bilancio raggiungerà il 5,7% del prodotto interno lordo (PIL) nel prossimo anno fiscale, rispetto al 4,5% di quest’anno.

“L’economia ugandese si è completamente ripresa dai vari shock esterni ed interni che hanno influenzato le prestazioni negli ultimi quattro anni”, ha affermato Kasaija.

Il governo prevede di spendere 72,1 trilioni di scellini ugandesi (19,4 miliardi di dollari) nel prossimo anno fiscale.

Inizierà la costruzione di una ferrovia a scartamento standard da 2,2 miliardi di dollari volta a ridurre i costi del commercio internazionale.

Altri progetti importanti includono l’oleodotto dell’Africa orientale da 5 miliardi di dollari, che è in fase di sviluppo per aiutare il paese ad esportare il suo petrolio attraverso la Tanzania. ($ 1 = 3.725,0000 scellini ugandesi) (Segnalazione di Elias Biryabarema; Segnalazione aggiuntiva di Hereward Holland; Montaggio di Alex Richardson Montaggio di Alexander Winning)

-

NEXT quando le aziende cercano di limitare i risarcimenti per i viaggiatori