Il Cac 40 non intende fermarsi qui, il record di fine marzo è a portata di mano

Il Cac 40 non intende fermarsi qui, il record di fine marzo è a portata di mano
Il Cac 40 non intende fermarsi qui, il record di fine marzo è a portata di mano
-

La Borsa di Parigi potrebbe ispirarsi ai progressi compiuti ieri da Wall Street e amplificare il suo già significativo rialzo settimanale poiché lunedì il Cac 40 ha guadagnato il 2,89%, la migliore performance dall’ultima settimana intera di gennaio. Ieri sera l’indice si è discostato solo dello 0,8% dal suo massimo storico registrato il 28 marzo a 8.253,59 punti.

A New York, l’indice Dow Jones ha registrato la serie di guadagni più lunga dall’inizio dell’anno dopo la pubblicazione dei dati sulle richieste settimanali di disoccupazione, che hanno raggiunto il livello più alto da agosto. Informazioni che seguono un rapporto mensile sull’occupazione caratterizzato da un rallentamento della crescita dell’occupazione e dei salari, scesi ad un tasso annuo inferiore al 4% per la prima volta in quasi tre anni.

Questo cocktail rafforza le aspettative di allentamento monetario da parte della Federal Reserve. Il mese di settembre sembra la scadenza più probabile. Un male minore se si considera che gli analisti più pessimisti non prevedono alcun taglio dei tassi prima del 2025, dato l’andamento preoccupante dell’inflazione da inizio anno. La presidente della Fed di San Francisco, Mary Daly, ha affermato che la politica monetaria così com’è sta frenando l’economia, ma potrebbe volerci “più tempo” prima che l’inflazione ritorni all’obiettivo normale del 2%. “ Gli investitori potrebbero essersi abituati all’idea che la Fed aspetti fino a settembre per tagliare i tassi di interesse, ma ciò non significa che siano a loro agio nell’aspettare indefinitamente », stima Chris Larkin, presso E*Trade.

Legrand ha rilanciato doppiamente

I mercati osserveranno attentamente i dati sui prezzi alla produzione e al consumo di aprile della prossima settimana per individuare segnali di ripresa della disinflazione. Questo venerdì, alle 16:00, ci concentreremo sull’indice americano della fiducia dei consumatori sviluppato dall’Università del Michigan, insieme alle aspettative di inflazione a un anno e a lungo termine. D’altra parte, attirerà l’attenzione anche la pubblicazione del verbale della riunione del Consiglio direttivo della BCE di aprile alle 13:30. Nel Regno Unito la crescita nel primo trimestre è stata dello 0,6% rispetto ai tre mesi precedenti, ovvero oltre 0,2 punti percentuali secondo il consenso di Bloomberg.

Alle Borse di Shanghai e Shenzhen, l’indice CSI 300 è stabile, frenato dalle informazioni secondo cui l’amministrazione Biden si prepara a svelare, a partire dalla prossima settimana, una decisione radicale sui dazi doganali imposti alla Cina, che dovrebbe colpire settori chiave strategici , come veicoli elettrici, batterie e celle fotovoltaiche.

Andare di latoloro, Sanofi ha annunciato venerdì un accordo di licenza con il laboratorio americano Novavax per la commercializzazione congiunta di un vaccino contro il Covid-19 e lo sviluppo di vaccini combinati contro la malattia e l’influenza. Secondo le note degli analisti, Citi ha aumentato la sua raccomandazione su Legrand di due livelli, da “vendere” a “acquistare”, e il suo obiettivo di prezzo del 47% a 125 euro, prevedendo un ritorno alla crescita del fatturato per quest’anno nel settore dei data center. Jefferies riprende la copertura del gruppo Hermès per “comprare” con un prezzo indicativo di 2.650 euro.

-

PREV Sparatoria in un parco nel 2022: il killer non si è fatto gli affari suoi sparando ad un gruppo di giovani
NEXT perforazione di un nuovo pozzo sul Loukos Onshore