Un canonico di St-Maurice ha iniziato uno sciopero della fame

Un canonico di St-Maurice ha iniziato uno sciopero della fame
Un canonico di St-Maurice ha iniziato uno sciopero della fame
-

Nel settore Saint-Maurice, l’abbazia di St-Maurice e la diocesi di Sion si accordano sulla nomina dei sacerdoti, poiché alcune parrocchie del settore dipendono dal territorio dell’abbazia e altre dal vescovo (archivio ). © KEYSTONE/JEAN-CHRISTOPHE BOTT

Pubblicato il 07.05.2024

Destituito dal suo incarico di decano, in seguito alle rivelazioni sugli abusi sessuali dello scorso novembre, il canonico Gilles Roduit dell’abbazia di St-Maurice ha iniziato venerdì uno sciopero della fame. Vuole essere riabilitato nelle sue funzioni.

«Oggi chiedo semplicemente giustizia. Non avrei mai pensato che si arrivasse a questo, ma per me la cosa è diventata insopportabile, insopportabile», confida il sacerdote a Rhône FM. “Finché non ho una parola ufficiale sulla mia situazione, non posso esistere”, aggiunge.

“Il mio sciopero della fame durerà finché non sarà fatta giustizia. Vale a dire, sarò reintegrato nelle mie funzioni oppure mi verrà detto che ci sono seri dubbi e sarò processato”, sottolinea chi desidera riconquistare il suo posto di preside sacerdote.


ats

-

PREV Cinque vini sotto i 20 dollari perfetti per l’aragosta
NEXT Una donna svizzera si ritrova tra lenzuola sporche, macchiate di sperma