furti, truffe, sospensioni abusive del lavoro, come è cambiata ed è diventata più professionale la professione

furti, truffe, sospensioni abusive del lavoro, come è cambiata ed è diventata più professionale la professione
furti, truffe, sospensioni abusive del lavoro, come è cambiata ed è diventata più professionale la professione
-

Investigatore privato, una professione che solleva interrogativi. Ci sono molti luoghi comuni, eppure la professione si è evoluta ed è diventata addirittura più professionale. Per demistificare questa straordinaria professione, France 3 Occitanie ha seguito la vita quotidiana di un agente ricercatore ed è andato dietro le quinte di una scuola di formazione.

Una volta ci chiamavano la brigata dei cornuti, ma non è più così da tempo », Ci racconta Frédéric Blanc, detective con sede a Béziers, nell’Hérault. Oggi è un agente di ricerca e, con questo cambio di nome, la professione si è evoluta nel tempo. Prossimo alla pensione, Frédéric Blanc ha potuto osservare i numerosi cambiamenti avvenuti nel settore, anche se il cuore delle sue missioni resta sul campo con la filatura. Sistemato in una comoda berlina, il detective trascorre la maggior parte del tempo a seguire i suoi obiettivi. “La regola è avere sempre un’auto tampone che protegga il bersaglio.”ci racconta il detective, che lavora nell’ombra.

Ho sempre il serbatoio pieno, perché le filature possono estendersi su lunghe distanze. Devi anche essere paziente. Possono essere necessari alcuni minuti, a volte ore o addirittura giorni, per tracciare un obiettivo.

Federico Blanc

Investigatore privato

Furti, frodi, interruzioni abusive del lavoro

Questo detective tratta in media quattro fascicoli al mese di varia natura, ma non può comunicare i dettagli, perché lavora nell’ombra e resta anonimo, senza ottenere alcun riconoscimento. Tra le sue investigazioni per privati, si occupa della ricerca di persone. “Ho aiutato una donna a trovare suo padre e penso che sia una delle mie missioni più gratificanti. A volte aiuto con le indagini che vediamo sulla stampa.“I dossier sono numerosi e nel corso degli anni ha visto la sua professione evolversi. Le relazioni coniugali non sono più rilevanti. Ora gli agenti di ricerca sono soprattutto al servizio delle imprese e delle comunità.

Si tratta spesso di indagini riguardanti frodi assicurative, furti aziendali, interruzioni abusive del lavoro, indagini pre-assunzione o persino perquisizioni di persone. Le missioni si sono evolute nel tempo.

Federico Blanc

Investigatore

La missione dell’agente privato è raccogliere informazioni per il suo cliente. Una volta completata l’indagine, deve scrivere un rapporto che deve rispettare determinate regole per essere ammissibile in tribunale. La professione è regolamentata dal Codice di sicurezza interna (articolo L 621-1).

In Francia non tutti possono diventare detective. Gli investigatori sono tenuti a seguire una formazione per esercitarsi. Dal 2003, la legge richiede che abbiano conseguito il diploma di formazione riconosciuta dallo Stato. Esistono quattro corsi di formazione in Francia, di cui due in Linguadoca-Rossiglione (Nîmes e Montpellier). L’IFAR, Research Agent Training Institute, la scuola di Montpellier che forma investigatori dal 1995, ci ha aperto le sue porte. I futuri agenti di ricerca ricevono 700 ore di formazione teorica, seguite da uno stage di 500 ore in un’azienda per un anno. I tirocinanti imparano a utilizzare tecniche di indagine e testi legali. Perfezionano le loro competenze soprattutto nelle filande e acquisiscono una perfetta padronanza del diritto. La professione è inoltre regolata da diversi codici etici, insegnati nei diversi corsi.

È una professione insolita, accessibile a tutti se sei motivato, ma devi avere un temperamento solitario.

Un agente di ricerca in formazione

Dall’apertura della formazione nel 1995, il direttore dell’Istituto di formazione per agenti di ricerca privati ​​ha osservato un cambiamento nel profilo della professione. “Prima, gli investigatori erano spesso ex agenti di polizia autodidatti in pensione. Oggi sono più giovani”.confida Yves Conversano.

Nella classe 2023-2024 prevalgono donne con un’età media di 30 anni. Si tratta principalmente di giovani o di persone in fase di riqualificazione professionale, come dipendenti pubblici, venditori o professionisti del settore legale.

Fino al 2018 c’erano solo 3 investigatrici donne. Oggi rappresentano il 40% della professione

Yves Conversano

Direttore dell’Istituto di Formazione per Agenti di Ricerca Privati

Ogni anno si diplomano dai diversi enti di formazione una cinquantina di direttori d’agenzia e una trentina di dipendenti. Si stima che ad oggi in Francia esistano più di 800 agenzie di ricerca private.

-

PREV Raddoppiare la performance utilizzando il FOMC?
NEXT non riattaccare, ecco come mettere KO un consigliere aggressivo