acceso scambio di battute tra Anne-Elisabeth Lemoine e Marine Tondelier in “C à vous”

acceso scambio di battute tra Anne-Elisabeth Lemoine e Marine Tondelier in “C à vous”
acceso scambio di battute tra Anne-Elisabeth Lemoine e Marine Tondelier in “C à vous”
-

Il segretario nazionale degli Ecologisti critica i media per aver prestato più attenzione a Jean-Luc Mélenchon che ai candidati del Nuovo Fronte Popolare ancora in campagna elettorale per le elezioni legislative.

“Ancora così arrabbiato” da stamattina quando su France Inter è tornata sulle parole di Bruno Le Maire. Nelle circoscrizioni in cui si svolgerà il secondo turno senza un candidato del campo Macron, il ministro dell’Economia ha chiamato i suoi elettori “votare per un candidato del campo socialdemocratico, vale a dire un rappresentante del Partito socialista, del Partito comunista o dei Verdi”. Fa l’eccezione per La France Insoumise (LFI) che descrive come “pericolo per la Nazione”.

Con le lacrime agli occhi, Marine Tondelier ha detto pochi minuti dopo alla radio pubblica che questa istruzione di voto era “comportamento codardo e privilegiato.

” data-script=”https://static.lefigaro.fr/widget-video/short-ttl/video/index.js” >

Questo lunedì, 1 luglio, continua la sua campagna sul set di “C à vous”. Nel talk show di France 5 lei deplora che le critiche contro La France Insoumise siano più virulente di quelle contro il Raggruppamento Nazionale (RN). “Ovviamente vedo che La France Insoumise spaventa alcune persone, ma quando sei ministro sai ancora distinguere tra un partito di estrema destra e noi che siamo di sinistra, non di estrema sinistra”dichiara.

Leggi anche“Chiamo i partiti per nome”: Apolline de Malherbe si difende dopo la sua criticata apparizione in “Quotidien”

“Tutto è fatto per scuotere questo spaventapasseri di cui si servono tutti i tuoi avversari”analizza Patrick Cohen per non nominare Jean-Luc Mélenchon che, questa volta secondo il santo patrono degli ambientalisti, “ama provocare e vuole esistere” durante questa campagna legislativa accelerata. Un’elezione alla quale non si candida. “Credo che anche i media vogliano parlare di lui”aggiunge.

C’è una piccola simbiosi tra un ambiente mediatico che ha bisogno anche, per questioni di audience e di redditività, di parlare un po’ di ciò che si muove.

Marine Tondelier in “C a te”

Sul set di “C à vous”, Anne-Elisabeth Lemoine e Patrick Cohen si arrabbiano. “Non avremmo dovuto trasmettere in diretta il suo discorso di ieri sera?”si chiede il giornalista che il giorno prima era presente nell’edizione speciale di France 2. “Ieri sera ho fatto un discorso alle 20:05, nessuno lo ha trasmesso. Alle 20.10 era Marine le Pen, non credo che avreste scelto i Verdi”li rimprovera Marine Tondelier.

“È solo per dimostrarvi che esiste un po’ di simbiosi tra un ambiente mediatico che ha anche bisogno, per questioni di audience, di redditività, di parlare un po’ di ciò che si muove”continua. “Stai sollevando una strana accusa contro di noi nei media”ribatte Anne-Elisabeth Lemoine.

“Stamattina a France Inter avevo domande solo su Jean-Luc Mélenchon, nessuna sul Rassemblement National. Da dove vivo, questo mi preoccupa molto. La verità è che funziona. Appena dirà qualcosa, appena utilizzerà i media, che noi gli proponiamo regolarmente, ne parleremo tutti”continua convinta Marine Tondelier che vive a Hénin-Beaumont, nel Pas-de-Calais, dove Marine Le Pen è stata eletta al primo turno con il 58% dei voti.

GUARDA ANCHE – “Sarebbe stato più coraggioso”: Anne-Sophie Lapix riformula Jean-Philippe Tanguy (RN) dal vivo

” data-script=”https://static.lefigaro.fr/widget-video/short-ttl/video/index.js” >

-

PREV “Dopo alcuni mesi di percorso PMA”, Florian (Sposato a prima vista) annuncia una grande novità: gli ex candidati reagiscono!
NEXT Clémence (Sposata a prima vista) rivela le immagini della sua luna di miele da solista