per Sandrine Rousseau non esiste “antisemitismo ideologico” all’interno del Nuovo Fronte Popolare

per Sandrine Rousseau non esiste “antisemitismo ideologico” all’interno del Nuovo Fronte Popolare
per Sandrine Rousseau non esiste “antisemitismo ideologico” all’interno del Nuovo Fronte Popolare
-

Domenica le manifestazioni femministe contro l’estrema destra

Associazioni e sindacati femministi chiedono domenica una mobilitazione generale contro l’estrema destra, denunciandola “femminismo di facciata” e il “il vero pericolo che rappresenta” per i diritti delle donne, accuse respinte dal Raggruppamento Nazionale, che castiga “caricature”.

Una settimana prima del primo turno delle elezioni legislative, per le quali la RN è favorita, un corteo partirà alle 14.30 da Parigi, da République per raggiungere Nation, dove a “L’allarme femminista verrà lanciato” a fischi, su appello di più di duecento associazioni (Fondazione delle Donne, Pianificazione familiare, #NousToutes…), ONG (Oxfam, France terre d’Asile…) e sindacati (CGT, CFDT…).

Manifestazioni simili vengono annunciate in una trentina di altre città, tra cui Bordeaux, Clermont-Ferrand, Poitiers e Nizza.

“È un quadro cupo quello che abbiamo davanti: se vincesse il Raggruppamento Nazionale, saremmo i primi ad essere attaccati, insieme alle persone LGBTQ+ e agli immigrati”stima all’Agence France-Presse Suzy Rojtman, portavoce del Collettivo nazionale per i diritti della donna (CNDF).

“È molto evidente in Europa: dove è andata l’estrema destra, i diritti delle donne sono regrediti, in un modo o nell’altro”aggiunge, citando l’Italia, governata da Giorgia Meloni, dell’estrema destra postfascista, nonché l’ex governo del partito nazionalista populista Diritto e Giustizia (PiS) in Polonia.

In Italia, il governo Meloni ha varato una legge che autorizza l’intervento delle associazioni anti-aborto nelle strutture che organizzano l’accesso all’aborto. La Polonia ha vissuto una profonda battuta d’arresto nei diritti delle donne durante gli otto anni al potere del PiS, che ha portato a un divieto quasi totale dell’aborto. Più recentemente, l’assenza del diritto all’aborto negli impegni del G7 è stata attribuita all’Italia, paese ospitante.

In Francia, la prospettiva di una maggioranza assoluta o relativa per la RN nell’Assemblea nazionale fa temere alle associazioni tagli alle sovvenzioni pubbliche, con un “impatto diretto” per donne.

“La RN si definisce quasi femminista, ma non ci facciamo ingannare”dice Suzy Rojtman. “Si parla solo di violenza contro le donne quando gli aggressori sono estranei quando sappiamo benissimo che la stragrande maggioranza delle violenze avviene all’interno della sfera familiare. »

-

PREV Questa grotta scoperta sulla Luna potrebbe servire come base per gli astronauti
NEXT Per abbassare i prezzi dell’elettricità, il prossimo governo dovrà cambiare le regole