Da quale libro è tratta la serie?

Da quale libro è tratta la serie?
Da quale libro è tratta la serie?
-

Di Boris S

– Pubblicato il 17 giugno 2024 alle 13:00

La Casa del Drago è ambientata nell’universo del Trono di Spade. Ma da quale libro di George RR Martin è basata la serie?

Questo lunedì, 17 giugno, la piattaforma Max (disponibile tramite Canal+ e Prime Video) ha pubblicato il primo episodio di stagione 2 di Casa del Drago. Il seguito dello spin-off di Game of Thrones probabilmente fornirà risposte a domande rimaste senza risposta per quasi due anni. Tra le novità ricordiamo l’arrivo di “giovani” reclute come Gayle Rankin (Alys Rivers), Simon Russell Beale (Ses Simon Strong), Freddie Fox (Sir Dwayne Hightower) e Abubakar Salim (Alyn) che hanno riservato molte altre sorprese.

House of the Dragon: una stagione 2 più ambiziosa?

In un’intervista a France Info, il co-creatore della serie Ryan Condal rivela di essersi ispirato Storia medievale britannica progettare la trama della seconda stagione. “Il periodo particolare che copriamo è fortemente basato sul periodo dell’anarchia inglese. Ero affascinato da questo momento storico, lui spiega. Anche se il mondo che scrive Georges [R.R. Martin, ndrl] è brutale, quando leggi la storia medievale che c’è dietro ti rendi conto che le persone non erano gentili tra loro.”

Al di là della violenza, questa nuova raffica di episodi promette altre battaglie con i draghi.“Se possiamo essere realistici con i draghi volanti giganti, specifica Ryan Condal ai nostri colleghi. In ogni caso, volevamo essere il più fedeli possibile ai mondi che abbiamo creato. Volevamo qualcosa che nessuno avesse mai visto prima”. Un’opera originale che affonda le sue radici negli scritti di George RR Martin.

La Casa del Drago: che libro è?

Casa del Drago Est l’adattamento di Fuoco e sangue di George RR Martin, pubblicato nel 2018. Il romanzo è diviso in tre volumi cronache la storia di Casa Targaryen200 anni prima degli eventi raccontati in Game of Thrones. Tieni presente che il suo adattamento seriale copre solo la seconda parte del primo volume. L’autore racconta l’ascesa e la caduta della grande dinastia di Westeros ma anche guerra civile tramandato ai posteri con il nome di “La danza dei draghi”.

George RR Martin non ha ancora finito con il suo Trono di ferro. I suoi lettori attendono con impazienza la pubblicazione di il prossimo capitolo della saga, Il vento dell’inverno, la cui scrittura è iniziata nel 2012, più di dieci anni fa. Non molto tempo fa, lo scrittore ha rivelato di aver completato la sua scrittura al 75%, in vista di un’uscita nel 2025. Tuttavia, non c’era alcun dubbio che cedesse alle pressioni dei fan. “Come tutti sanno, sono in ritardo di dodici anni. Prima o poi lo pubblicherò e tu non dovrai assillarmi per questo”ha detto in un’intervista con la scrittrice Cassandra Clare l’anno scorso.

Un nuovo spin-off di Game of Thrones dopo House of The Dragon?

Il romanziere George RR Martin ha un’immaginazione inesauribile. Alla fine della pandemia di Covid-19, il padre di Trono di ferro ha annunciato sul suo blog personale di aver iniziato a scrivereun nuovo spin-off chiamato 10.000 navi. Questa serie spin-off segue il pericoloso viaggio della principessa guerriera Nymeria e del suo popolo a bordo di 10.000 navi salpate per la terra di Dorne, circa 1000 anni dopo gli eventi raccontati in Game of Thrones.

Abbandonato, il progetto è appena stato rilanciato dal canale americano HBO. Nel suo blog, George RR Martin informa che la stesura del pilot è stata affidata a lui Il drammaturgo americano Eboni Boothvincitrice del Premio Pullizter per la sua opera Fiducia primaria. “È una giovane sceneggiatrice di grande talento ed è un piacere lavorare con lei, entusiasma il romanziere. Siamo molto entusiasti di questo progetto… anche se ci chiediamo come pagheremo per far uscire 10… navi, 300 draghi e queste tartarughe giganti.” Uno spin-off la cui ambizione si preannuncia completamente folle, ancora una volta!

-

PREV le cause della morte dell’ex boss di TF1…
NEXT Una fortuna per sostituire il DG… che è sindaco di un’altra città