Kylian Mbappé invita ad “andare a votare” nonostante gli “estremi alle porte del potere”

Kylian Mbappé invita ad “andare a votare” nonostante gli “estremi alle porte del potere”
Kylian Mbappé invita ad “andare a votare” nonostante gli “estremi alle porte del potere”
-

La lettura di questo contenuto potrebbe comportare l’inserimento di cookie da parte dell’operatore terzo che lo ospita. Tenendo conto delle scelte che hai espresso riguardo al deposito dei cookie, abbiamo bloccato la visualizzazione di questo contenuto. Se desideri accedervi devi accettare la categoria di cookie “Contenuti di terze parti” cliccando sul pulsante sottostante.

Riproduci video

CALCIO – Il capitano segue l’esempio. Attesissimo, il discorso di Kylian Mbappé sull’attualità politica non ha deluso questa domenica, 16 giugno, all’indomani delle forti dichiarazioni di Marcus Thuram sulla necessità di ” combattere “ di fronte alle idee di estrema destra del Raggruppamento Nazionale.

In conferenza stampa, alla vigilia della prima partita dei Blues a Euro-2024, Kylian Mbappé è stato chiaro, sostenendo la posizione del suo compagno di squadra: “Condivido gli stessi valori di Marcus. Sono con lui, non è andato troppo lontano. Siamo ancora in un Paese in cui vige la libertà di espressione. Ha dato la sua opinione, io sono dalla sua parte”.

Il capitano dei Blues non era soddisfatto di questa dichiarazione, come potete vedere nel video in cima all’articolo. Di fronte al rischio di vedere l’estrema destra andare al potere durante le elezioni legislative del 30 giugno e 7 luglio, ha spiegato di aver “ voglio rivolgermi a tutti i francesi e alle giovani generazioni che possono fare la differenza”.

“Invito i giovani ad andare a votare, vediamo che gli estremi sono alle porte del potere. Abbiamo l’opportunità di scegliere il futuro del nostro Paese”ha aggiunto, sostenendo di esserlo “contro gli estremi, le idee che dividono”.

La lettura di questo contenuto potrebbe comportare l’inserimento di cookie da parte dell’operatore terzo che lo ospita. Tenendo conto delle scelte che hai espresso riguardo al deposito dei cookie, abbiamo bloccato la visualizzazione di questo contenuto. Se desideri accedervi devi accettare la categoria di cookie “Contenuti di terze parti” cliccando sul pulsante sottostante.

Riproduci video

Mi fido di tutti i francesi. So che molti giovani dicono a se stessi che un voto non cambierà nulla. Al contrario, ogni voce conta (…). Voglio essere orgoglioso di indossare questa maglia il 7 [juillet]e non rappresentare un Paese che non corrisponde ai miei valori”poi scivolò. “Dobbiamo identificarci con i nostri valori, la diversità, il rispetto, la tolleranza. »

Dicono che non bisogna mischiare politica e calcio, sono d’accordo quando si tratta di sciocchezze, ma non in questa situazione », ha risposto anche il giocatore francese, ampiamente contattato sull’argomento dai giornalisti.

La lettura di questo contenuto potrebbe comportare l’inserimento di cookie da parte dell’operatore terzo che lo ospita. Tenendo conto delle scelte che hai espresso riguardo al deposito dei cookie, abbiamo bloccato la visualizzazione di questo contenuto. Se desideri accedervi devi accettare la categoria di cookie “Contenuti di terze parti” cliccando sul pulsante sottostante.

Riproduci video

“Soprattutto i cittadini”

Mentre la FFF si è appena posizionata sul suo dovere di neutralità, pur consentendo ai giocatori la possibilità di esprimersi come cittadini sulla questione delle elezioni, il nuovo giocatore del Real Madrid ha iniziato attaccando la sua federazione stimando che ” in un momento cruciale della storia del nostro Paese, dobbiamo avere il senso delle priorità “. Prima di confermare che i Blues hanno” abbiamo pensato di fare qualcosa in squadra”.

Per il capitano dei Blues questa idea di azione collettiva è anche un modo per tutelare i giocatori più giovani della squadra, che non necessariamente sono molto a loro agio con le questioni politiche della stampa. “Vogliamo anche proteggere questi ragazzi, in modo che non diano l’impressione che non gli importi. A nessuno frega niente della squadra. L’obiettivo è tutelare tutti i giocatori e la squadra francese”Ha aggiunto.

Dopo aver lasciato il suo posto, Didier Deschamps ha parlato anche delle questioni politiche delle prossime settimane, ricordando che il suo “ I grandi giocatori sono soprattutto cittadini francesi. Non sono fuori dalla situazione che il Paese potrebbe vivere “.

La lettura di questo contenuto potrebbe comportare l’inserimento di cookie da parte dell’operatore terzo che lo ospita. Tenendo conto delle scelte che hai espresso riguardo al deposito dei cookie, abbiamo bloccato la visualizzazione di questo contenuto. Se desideri accedervi devi accettare la categoria di cookie “Contenuti di terze parti” cliccando sul pulsante sottostante.

Riproduci video

Non commento quello che dicono i giocatori. Rappresentano molto. Quello che ci aspetta domani, nello spazio di una partita, lo sport ha la capacità di unire tutti », ha risposto tornando sulle questioni sportive della prima partita dei Blues, lunedì sera alle 21, contro l’Austria.

Vedi anche su L’HuffPost:

La lettura di questo contenuto potrebbe comportare l’inserimento di cookie da parte dell’operatore terzo che lo ospita. Tenendo conto delle scelte che hai espresso riguardo al deposito dei cookie, abbiamo bloccato la visualizzazione di questo contenuto. Se desideri accedervi devi accettare la categoria di cookie “Contenuti di terze parti” cliccando sul pulsante sottostante.

Riproduci video

-

PREV Crescita della domanda globale di petrolio in calo secondo l’IEA
NEXT Meghan Markle è la ragione per cui i suoi amici britannici non vengono a trovarlo?