Euro 2024: Christian Eriksen segna, Danimarca sotto scacco

Euro 2024: Christian Eriksen segna, Danimarca sotto scacco
Euro 2024: Christian Eriksen segna, Danimarca sotto scacco
-

Erik Janza ha risposto al gol di Christian Eriksen domenica a Stoccarda durante la partita del Gruppo C di Euro 2024 tra Danimarca e Slovenia.

AFP

Prima che l’Inghilterra entrasse in campo, Slovenia e Danimarca si erano separate in pareggio (1-1) domenica a Stoccarda durante la terza giornata di Euro 2024, al termine di una piacevole partita in cui ha brillato il danese Christian Eriksen.

Tre anni dopo l’infarto che gli costò quasi la vita nell’edizione precedente, nel 2021, Eriksen credeva di aver lanciato perfettamente la sua squadra nella competizione con un gol (17°) e una prestazione al top. Ma la Slovenia è riuscita a pareggiare nel secondo tempo su un mezzo tiro al volo deviato del terzino Erik Janza (77esimo).

Un traguardo simbolico

Ritornato alle selezioni appena un anno dopo questo incidente che ha spinto il mondo intero a partecipare ai Mondiali del 2022 in Qatar, l’emblematico numero 10 danese ha dimostrato durante l’incontro di non aver perso nulla della sua magia con la palla tra i piedi. . Posizionato tra le linee slovene, il trequartista 32enne, ora con un pacemaker, ha pensato a tutto: orientamenti, turni, calci piazzati… Prima di far ruggire le migliaia di tifosi scandinavi riuniti per formare un impressionante rosso e bianco giro.

Su un tocco veloce del terzino del Benfica Alexander Bah, il marcatore del Wolfsburg Jonas Wind, con una sottile deviazione d’ala da piccione, ha servito perfettamente Eriksen, autore di una sequenza di controllo di petto – recupero inarrestabile di punta del destro (17°, 1-0) in apertura il punteggio.

Un gol simbolico per il trentenne, tornato in campo nei primi mesi dopo l’operazione per poi tornare gradualmente ad alti livelli in Nazionale e al club, prima al Brentford, poi al Manchester.

Ha sfiorato il raddoppio

Nonostante abbia ripreso influenza, non è riuscito a evitare l’eliminazione anticipata della sua squadra ai Mondiali del 2022 in Qatar nella fase a gironi, tra le polemiche sulle posizioni scandinave riguardo al rispetto dei diritti umani nel paese ospitante.

Cercato sistematicamente dai suoi compagni domenica contro una Slovenia combattiva ma a lungo frustrata, Eriksen avrebbe potuto allargare il divario in più occasioni per premiare il dominio danese, ma è stato contrastato (39esimo, 42esimo) e soprattutto precipitato mentre aveva la palla break al estremità del piede sinistro (43°).

In un’azione simile a quella del primo gol, con Wind al perno, l’ex giocatore del Tottenham ha tentato una nuova sequenza, questa volta da sinistra, che è finita nella piccola rete esterna del portiere sloveno Jan Oblak (68esimo).

Erik Janza punisce i danesi

Il portiere dell’Atlético Madrid aveva salvato la sua squadra pochi minuti prima fermandosi davanti all’attaccante del Manchester United Rasmus Hojlund (65esimo), mentre gli sloveni aumentavano i loro tentativi di rientrare ma mancavano di efficienza, come il numero 9 Andraz Sporar.

I tifosi sloveni, che avevano quasi esultato pochi secondi prima del gol di Eriksen, quando il potente tiro di Benjamin Sesko (RB Lipsia) ha sfiorato il palo di Schmeichel (17esimo), si sono sentiti maledetti quando hanno visto il missile della loro numero 11 schiantarsi questa volta in verticale (76esimo), prima che la liberazione arrivasse da un mezzo tiro al volo dalla sinistra del terzino Erik Janza deviato dal centrocampista danese Hjulmand (77esimo, 1-1).

Questo pareggio, in definitiva piuttosto logico nonostante il dominio della Danimarca, coronato nel 1992 e bella sorpresa dell’edizione precedente raggiungendo le semifinali, lascia la strada libera all’Inghilterra per conquistare il primo posto nel Gruppo C in caso di successo contro Serbia (21:00).

(AFP)

-

PREV Elezioni americane. Joe Biden ammette che chiamare a “prendere di mira” Donald Trump è stato “un errore”
NEXT Donald Trump deve la sua sopravvivenza a un “miracolo di Dio”, secondo i suoi sostenitori cristiani