Un uomo di 28 anni incriminato dieci anni dopo l’omicidio del suo vicino di casa nel Var

Un uomo di 28 anni incriminato dieci anni dopo l’omicidio del suo vicino di casa nel Var
Un uomo di 28 anni incriminato dieci anni dopo l’omicidio del suo vicino di casa nel Var
-

Nuova svolta in questo caso ripresa dal centro “cold cases” di Nanterre. Un uomo di 28 anni è stato incriminato per l’omicidio di una donna sulla settantina. La vittima è stata picchiata nella sua abitazione a Draguignan (Var) il 12 gennaio 2014, senza che fosse nominato alcun colpevole, riferisce Var Mattina Lunedì 10 giugno 2024.

L’uomo era già tra gli indagati al momento dell’omicidio. È stato preso in custodia, ma nessuna prova ha potuto supportare i dubbi della polizia. È stato quindi rilasciato, fino a quando l’Ufficio per la repressione della violenza contro le persone della polizia giudiziaria (OCRVB), il PJ di Tolone e un magistrato del centro casi irrisolti di Nanterre non hanno ripreso le indagini.

Il DNA al centro di questa svolta giudiziaria

Una nuova analisi del DNA sui sigilli ha dimostrato che il giovane si trovava effettivamente sulla scena del crimine, spiega RTL . All’epoca, il suo DNA fu confrontato con quello trovato sul corpo della vittima, ma il test non diede risultati conclusivi. Anche un amico gli ha fornito un alibi.

Tuttavia, questo amico ha ritrattato le sue dichiarazioni e ha affermato di non ricordare più il giorno dell’omicidio. Dal canto suo, l’indagato continua a negare i fatti e resta molto sul vago riguardo allo svolgimento della sua giornata del 12 gennaio 2014. Non si conosce ancora il movente dei fatti, anche se si privilegia l’ipotesi di un litigio.

-

PREV Viceversa 2: a che età mio figlio potrà scoprirlo al cinema?
NEXT Il traffico riprende sulla Route 175, dopo un incidente