Roland Garros. Gracheva solo diradamento azzurro, assicurano i favoriti… Cosa ricordare della 2a giornata

Roland Garros. Gracheva solo diradamento azzurro, assicurano i favoriti… Cosa ricordare della 2a giornata
Roland Garros. Gracheva solo diradamento azzurro, assicurano i favoriti… Cosa ricordare della 2a giornata
-

Questa seconda giornata del Roland-Garros ha avuto un momento clou: il probabile ultimo ballo del padrone del luogo, Rafael Nadal, che ha lottato valorosamente ma che logicamente ha sfondato contro il tedesco Alexander Zverev, numero 4 del mondo, senza tuttavia annunciare che era suo ultima partita. Questo lunedì 27 maggio ha segnato anche l’ingresso in corsa di nuovi francesi, come Arthur Fils, testa di serie numero 29, che è già partito. E favoriti come Tsitsipas, Sinner o Swiatek, che hanno colto l’occasione per mostrare i muscoli e raggiungere il secondo turno. Facciamo il punto.

Arthur Fils cade dall’alto, Clara Burel spreca l’occasione

Testa di serie per la prima volta in carriera, Arthur Fils è stato battuto in avvio da Matteo Arnaldi in quattro set (6-3, 4-6, 6-4, 6-2). Il francese non ha mai trovato la chiave contro un avversario contro il quale ha subito la quarta sconfitta in altrettante partite. Dopo la sconfitta anticipata di Ugo Humbert, è una nuova disillusione per il tennis francese. Hugo Gaston ha perso contro l’americano Ben Shelton in quattro set (3-6, 6-3, 6-4, 6-4). Stessa sorte per Luca Van Assche, sconfitto in tre set contro il canadese Denis Shapovalov (6-3, 6-4, 6-4).

Da parte sua, Clara Burel ha resistito magnificamente alla russa Anna Kalinskaya, testa di serie numero 23. Ma la Rennaise ha perso sul filo (7-6, 7-5). Elsa Jacquemot è stata nettamente battuta da Ana Bogdan (6-1, 6-3).

L’unica vera buona notizia della giornata è stata la vittoria della francese Varvara Gracheva contro la settima giocatrice al mondo, Maria Sakkari. Il giocatore naturalizzato a maggio 2023 ha vinto in tre set (3-6, 6-4, 6-3). Nel duello 100% francese, Diane Parry ha avuto la meglio su Fiona Ferro in tre set (3-6, 6-3, 6-3) e affronterà nel turno successivo Elina Svitolina. Proprio come Diane Parry, vincitrice su Fiona Ferro in tre set (3-6, 6-3, 6-3).

Tsitsipas, Sinner e Swiatek già in buona forma

Appeso nel primo set, Stefanos Tsitsipas (GRE, 9) non ha tremato superando l’ungherese Martin Fucsovics in tre set (7-6, 6-4, 6-1). Il vincitore di Montecarlo sembra perfettamente lanciato.

In poco più di due ore, il numero due del mondo Jannik Sinner (ITA, 2) ha fatto il suo debutto sulla terra battuta. Senza fornire dettagli, si è sbarazzato dell’americano Christopher Eubanks (6-3, 6-3, 6-4). Abbastanza per rassicurare l’italiano che da diverse settimane dava molto fastidio al suo fianco, al punto da nutrire dubbi sulla sua partecipazione allo Slam parigino. Ma lui è lì, e lì, pronto a detronizzare Novak Djokovic dal suo posto di numero uno al mondo in caso di vittoria finale.

Tra le donne, Léolie Jeanjean era già molto contenta di aver superato i tre turni di qualificazione per accedere al tabellone principale. E di fronte al tornado Iga Swiatek, la francese non ha avuto molto peso. la numero uno del mondo polacca le ha lasciato solo tre giochi brevi, risolvendo la questione in appena un’ora (6-2, 6-1).

-

PREV Negli ultimi 20 anni, i mega incendi boschivi sono più che raddoppiati in tutto il mondo – Libération
NEXT una “svolta simbolica” che rafforza temporaneamente la posizione di Netanyahu, ritiene Gilles Kepel