gli scolari di Haute-Saintonge hanno potuto vedere la fiamma

gli scolari di Haute-Saintonge hanno potuto vedere la fiamma
gli scolari di Haute-Saintonge hanno potuto vedere la fiamma
-

Grazie al lavoro svolto dall’Educazione Nazionale in diverse scuole dell’Haute-Saintonge e con il sostegno della Comunità dei Comuni (CdC) che ha coperto le spese di trasporto dei 13 autobus mobilitati per l’evento, 490 bambini da CE1 a CM2 hanno potuto andare a Saint-Aulaye il 22 maggio e poi a Barbezieux il 24 maggio per vedere la fiamma olimpica.

Hanno anche partecipato a vari workshop sui valori dell’Olimpismo. “I nostri colleghi dei dipartimenti vicini hanno accolto i nostri figli e li hanno trattati come se fossero loro. A seguito della nostra richiesta, la risposta degli eletti è stata spontanea ed estremamente favorevole. Li ringrazio moltissimo”, afferma Claude Belot, presidente del CdC.

“Molto commosso”

Chi non è riuscito a decidere nelle ultime settimane che la fiamma non passi per Haute-Saintonge. “Tra Gironda, Dordogna e Charente, sembrava naturale. Poi ho appreso dalla stampa che la Charente-Maritime aveva respinto la richiesta per motivi finanziari. È comunque molto spiacevole, perché c’è qualcosa di simbolicamente forte, soprattutto in questo momento…”.


Gli studenti dell’Haute-Saintonge erano presenti a Saint-Aulaye e Barbezieux il 22 e 24 maggio. Qui a Saint-Aulaye.

CDCHS

Un momento di entusiasmo condiviso da studenti e insegnanti, confermato da Jean-Baptiste Massicot, consigliere educativo dell’Ispettorato nazionale dell’istruzione: “Ci siamo commossi molto nel vedere la fiamma. Ancor di più in un piccolo villaggio come Saint-Aulaye dove c’è questa vicinanza che si riscontra meno nelle grandi città. »

Progetto scuole a monte

L’evento è stato possibile grazie al lavoro svolto a monte nelle classi. “Per l’Istruzione Nazionale, questo è estremamente importante. Questo non è un progetto una tantum. L’anno olimpico e paralimpico è un modo per rimettere al centro delle scuole i valori dell’impegno civico e della solidarietà. E da tre anni, grazie al marchio Generazione 2024, promuovere la pratica sportiva in collaborazione con le associazioni locali», ricorda Stéphanie Canteaut, ispettore nazionale dell’istruzione del distretto di Jonzac (1).

In totale sono state certificate 14 scuole. “Si sono create reti, soprattutto con i club. E poi il tesseramento all’Usep (Unione Sportiva della Scuola Primaria) è cresciuto vertiginosamente, arrivando oggi a 1.944 iscritti, ovvero un buon quarto degli studenti del nostro territorio, distribuiti in 102 classi. È il risultato di una forte dinamica di tutta l’équipe guidata dalla presidentessa di Usep Haute-Saintonge, Mélissa Millet, anche lei insegnante a Bussac-Forêt», spiega Jean-Baptiste Massicot.

Altri eventi legati ai Giochi Olimpici sono in fase di realizzazione. Le scuole Guitinières e Bussac-Forêt andranno ad assistere agli eventi paralimpici di tennis in carrozzina al Roland-Garros all’inizio di settembre. Otto classi effettueranno anche una navigazione a staffetta sulla Seugne, da Chaunac a Saintes, a partire dal 3 giugno.

(1) Corrispondente al territorio dell’Haute-Saintonge senza i comuni di Bougneau, Pérignac e Coulonges annessi alla circoscrizione elettorale di Saintes. Dispone di 90 esercizi pubblici e 2 stabilimenti privati.

-

NEXT Scopri dove guardare live streaming e trasmissioni televisive in India