Incidente mortale dei Broncos nel Saskatchewan | Ordinanza di espulsione per il camionista coinvolto

Incidente mortale dei Broncos nel Saskatchewan | Ordinanza di espulsione per il camionista coinvolto
Incidente mortale dei Broncos nel Saskatchewan | Ordinanza di espulsione per il camionista coinvolto
-

(Calgary) L’autista del trattore che causò il tragico incidente d’autobus che coinvolse la squadra junior di hockey degli Humboldt Broncos nel 2018 ha ricevuto venerdì un ordine di espulsione verso il suo paese d’origine, l’India.


Inserito alle 13:12

Aggiornato alle 17:22

Bill Graveland

La stampa canadese

A Jaskirat Singh Sidhu è stata concessa la libertà condizionale dopo essere stato condannato a otto anni di carcere per guida pericolosa che ha causato l’incidente d’autobus che ha provocato 16 morti e 13 feriti nel Saskatchewan.

L’Immigration and Refugee Board ha annunciato la sua decisione dopo un’udienza virtuale di 15 minuti venerdì a Calgary.

“Non posso prendere in considerazione fattori umanitari e compassionevoli”, ha affermato il commissario Trent Cook, che ha presieduto l’udienza. “Il mio unico ruolo oggi è quello di verificare se il Ministro ha accertato i fatti a sostegno della sua accusa di inammissibilità per reati gravi.

“Sono convinto che la relazione del ministro sia fondata. Sono quindi obbligato per legge a emettervi un ordine di sfratto”, ha concluso il questore.

Il signor Sidhu, che ha lo status di residente permanente in Canada, è rimasto impassibile nel leggere la decisione. Il suo avvocato, Michael Greene, aveva già ammesso che la decisione era scontata, perché per deportare il suo cliente bastava la prova che non era cittadino canadese e che aveva commesso un crimine grave.

Il 6 aprile 2018, l’autista del camion alle prime armi, residente a Calgary, ha “fatto” una fermata obbligatoria all’incrocio di una strada rurale del Saskatchewan e si è ritrovato sul percorso dell’autobus che trasportava la squadra di hockey junior.

Il signor Sidhu si è dichiarato colpevole di guida pericolosa ed è stato condannato a otto anni di prigione. Gli è stata concessa la libertà condizionale l’anno scorso.

Altri rimedi, secondo l’avvocato

Me Greene ha detto che ci sono altri rimedi legali e procedurali e che il signor Sidhu potrebbe non essere deportato in India per mesi o addirittura anni.

L’avvocato intendeva chiedere al governo di ripristinare lo status di residente permanente del signor Sidhu per motivi umanitari. Ha detto che i funzionari dell’immigrazione esamineranno le azioni del signor Sidhu, il suo rimorso e se rappresenta un rischio per la sicurezza o un pericolo per il pubblico.

“Esaminano anche altri fattori, tra cui se la persona è stabilita in Canada, i legami familiari, l’interesse superiore del bambino o le difficoltà che potrebbero sorgere se venisse rimpatriato”, ha affermato la signora.e Greene.

Il signor Sidhu e sua moglie ora hanno un figlio nato in Canada, ha osservato l’avvocato. Questo bambino soffre di gravi complicazioni cardiache e polmonari, ha detto. “Questo è stato un momento difficile per loro e questo bambino ha bisogno di molte cure mediche. »

Le famiglie delle vittime sono divise

Diversi familiari delle vittime dell’incidente hanno affermato di volere l’espulsione dell’autista. Ma Scott Thomas, il cui figlio diciottenne Evan è stato ucciso, ha perdonato il signor Sidhu e vuole che rimanga in Canada.

Chris Joseph, il cui figlio ventenne Jaxon ha perso la vita, è sollevato dall’ordine di espulsione. “Questa non è una condanna a morte, come alcuni vorrebbero far credere: ha semplicemente perso il privilegio di rimanere in questo paese”, ha detto Joseph in un’intervista.

“Non possiamo iniziare a guarire le nostre ferite finché continuiamo a vedere il volto [de Sidhu] su tutti i media e ascoltando le diverse opinioni di persone che non hanno perso nessuno [dans cette tragédie]. Ciò dovrebbe riguardare solo le vittime e le loro famiglie. »

Shauna Nordstrom, che ha perso il figlio diciottenne nell’incidente, ha detto che lo sfratto permetterà che venga fatta giustizia. “Logan non ha avuto una possibilità, per non parlare di una seconda possibilità”, ha detto in una nota. “Se Sidhu avesse davvero voluto provare rimorso e fare ciò che era giusto e onorevole, avrebbe lasciato il Canada anni fa. »

-

PREV L’intelligence israeliana era a conoscenza del piano per prendere ostaggi, dicono i media israeliani
NEXT Donna rilasciata dopo 43 anni di carcere per omicidio non commesso