Jonathann Daval: “Difficile considerarlo…”, questo duro annuncio per la famiglia di Alexia

Jonathann Daval: “Difficile considerarlo…”, questo duro annuncio per la famiglia di Alexia
Jonathann Daval: “Difficile considerarlo…”, questo duro annuncio per la famiglia di Alexia
-

Era sotto processo per denuncia diffamatoria. Il 10 aprile, Jonathann Daval è comparso davanti al tribunale penale di Besançon dopo essere stato accusato dal suo ex cognato. Infatti, il 4 luglio 2018, l’uomo condannato per l’omicidio di sua moglie, Alexia Daval, aveva accusato Grégory Gay di essere all’origine della morte di sua moglie. Ha anche indicato che tutti i suoceri avrebbero voluto salire “un complotto” contro di lui.

Pochi mesi dopo, Jonathann Daval è tornato su queste accuse, proprio come nel 2020 durante il processo in cui è stato condannato a 25 anni di reclusione penale. L’imputato è stato poi assolto dal tribunale penale questo venerdì, 24 maggio, indicano i nostri colleghi BFMTV. “Il tribunale non ha accettato la spontaneità della denuncia”.

Jonathann Daval si rilassò

Il pubblico ministero aveva chiesto l’assoluzione. “A livello morale, Jonathann Daval è riprovevole” aveva indicato. L’avvocato ha però chiarito anche che aveva anche il diritto di mentire per difendersi. “Anche se moralmente sconvolgente, sul piano giuridico Mi sembra difficile ritenere che questo reato sia stato commesso.”

Durante il processo, si è scusato la famiglia di Alexia Daval. “Voglio scusarmi per tutto il male che ho fatto loro.” Questo è un duro colpo per la famiglia della vittima che aspettava anche lei che i tribunali condannassero Jonathann Daval su questo punto specifico.

Un duro colpo per la famiglia di Alexia

Infatti, durante i lunghi mesi di insegnamento, la sofferenza è stata terribile per la famiglia di Alexia Daval. Anche il cognato di Jonathann Daval aveva più volte fornito la sua versione dei fatti, in particolare riguardo al fatto che Alexia Daval avrebbe chiesto al marito un rapporto sessuale che questi aveva rifiutato.

“C’è un grosso difetto in questa versione, poiché nel sangue e nel liquido gastrico di Alexia troviamo tracce di Stilnox, un sonnifero, che sarebbe stato preso almeno un’ora prima della morte (…) Non prendiamo un sonnifero prima di chiedere sesso.”ha confidato. “Jonathann Daval, non mi aspetto più molto da lui, mente, dobbiamo sempre togliergli i vermi dal naso, voglio che ci atteniamo ai fatti”. ha dichiarato Grégory Gay.

-

PREV Eletti, grandi capi: Trump a Washington per un’operazione di seduzione
NEXT Zlatan Ibrahimović annuncia che rimarranno tre dirigenti