Lunedì è stata rimossa la nave portacontainer responsabile del crollo del ponte di Baltimora

Lunedì è stata rimossa la nave portacontainer responsabile del crollo del ponte di Baltimora
Lunedì è stata rimossa la nave portacontainer responsabile del crollo del ponte di Baltimora
-

La nave portacontainer Dali, che ha causato il crollo del ponte di Baltimora, verrà rimossa questo lunedì. Si prevede che l’operazione di traino durerà tre ore.

La nave portacontainer responsabile del crollo mortale del ponte di Baltimora alla fine di marzo e rimasta incagliata verrà rimossa lunedì 20 maggio, un passo verso lo sblocco dell’accesso a questo importante porto degli Stati Uniti annunciato nel fine settimana.

Il governatore dello Stato del Maryland, Wes Moore, ha accolto con favore i lavori domenica su NBC News, sperando che il canale venga “riaperto” “entro la fine di maggio”.

Le autorità responsabili dell’operazione di salvataggio hanno affermato che la Dali sarà pronta per essere rimessa a galla a partire da mezzogiorno di domenica, prima di essere spostata lunedì con l’alta marea, operazione prevista per le 5:24 del mattino. I rimorchiatori trasporteranno la Dali ad una velocità di circa 1 miglio all’ora (1,6 chilometri all’ora) fino al vicino terminal marittimo, operazione che dovrebbe durare tre ore.

Sei morti

Il 26 marzo la Dali, una nave di 300 metri battente bandiera di Singapore, ha subito danni ed è andata a sbattere contro il ponte autostradale Francis Scott Key, che è crollato in pochi secondi come un castello di carte.

Sei operai che stavano effettuando lavori di riparazione sul ponte, tutti immigrati latinoamericani, sono morti. Da allora, la Dali ha ancora parzialmente bloccato il canale di accesso a questo importante porto commerciale della parte orientale degli Stati Uniti.

Il Francis Scott Key Bridge fungeva da importante autostrada per gli Stati Uniti nordorientali, collegando la capitale Washington e New York.

Per quanto riguarda il porto di Baltimora, è un hub per il commercio di veicoli nuovi negli Stati Uniti, con quasi 850.000 auto e camion che lo hanno attraversato lo scorso anno, più di qualsiasi altro porto americano.

I più letti

-

PREV Hellfest 2024: 10 band essenziali da vedere sul palco principale
NEXT dopo l’esplosione dei gasdotti, in mare si troverebbe ancora una gigantesca quantità di metano