Rimase in coma per 17 giorni dopo aver preso l’Ibuprofene: “I medici mi dissero che era un miracolo che fossi sopravvissuta”

Rimase in coma per 17 giorni dopo aver preso l’Ibuprofene: “I medici mi dissero che era un miracolo che fossi sopravvissuta”
Rimase in coma per 17 giorni dopo aver preso l’Ibuprofene: “I medici mi dissero che era un miracolo che fossi sopravvissuta”
-

Jaqueline Gmack, una brasiliana di 31 anni, ha attraversato un inferno nel 2011 dopo aver preso una compressa di ibuprofene per alleviare il dolore mestruale. Un farmaco che ha già preso più volte in precedenza, senza alcun problema.

Due giorni dopo aver preso la compressa, ha avvertito un leggero prurito agli occhi. Il giorno successivo, ha notato segni di bruciatura all’interno della bocca e ha deciso di andare al pronto soccorso. La sua salute continua a peggiorare e sul suo viso compaiono vesciche. “Mi sentivo come se stessi bruciando dall’interno. lei lo dichiara Sole.

“Una prova da prendere sul serio”: questa diffusa malattia ginecologica merita cure migliori

Fortunatamente, i medici identificarono rapidamente la malattia di cui soffriva Jaqueline. Ha la sindrome di Stevens-Johnson, una condizione rara che causa una reazione eccessiva del corpo a determinati farmaci, inclusi farmaci per l’epilessia, antibiotici e antidolorifici antinfiammatori. Questa sindrome fa sì che il corpo umano attacchi le proprie cellule della pelle, causando lesioni come vesciche e ustioni. I primi sintomi della malattia sono simili a quelli di una malattia simil-influenzale; le lesioni cutanee compaiono pochi giorni dopo l’assunzione del farmaco e si diffondono in tutto il corpo.

Jaqueline Gmack è stata posta in coma artificiale per 17 giorni affinché l’équipe medica potesse fornirle le cure necessarie senza troppo dolore. “Ho notato che tutto il mio corpo era bendato e la mia vista era molto offuscata. Ero collegato a un respiratore, ma non sentivo dolore”, spiega Jaqueline. Da allora, il brasiliano ha subito 25 operazioni, tra cui trapianti di cornea e cellule staminali. Ha perso parte della vista e grazie alle operazioni ha riacquistato solo il 40% della vista originale.

-

PREV Servono interventi “urgenti” al porto di Lagos
NEXT Calcio – Ligue 2. Possibile proseguimento, Thomas Callens titolare, Lucas Buades assente…: cosa sapere prima di Rodez