La banda di hacker di Lockbit sostiene che la polizia ha sbagliato il loro leader

-

Il leader della banda di hacker Lockbit nega tutte le accuse della polizia e afferma che si erano sbagliati sulla sua identità. Affermazioni da prendere con le pinze.

Dopo la grande trovata mediatica dell’FBI, della polizia britannica e dell’Europol, la banda di hacker Lockbit ha deciso di reagire. Il 7 maggio, le forze dell’ordine hanno rivelato l’identità del leader del collettivo pirata: si trattava di un cittadino russo di nome Dmitry Khoroshev. In breve tempo tutti gli esperti informatici hanno cercato sul web e hanno scoperto molte informazioni pubbliche sul criminale informatico 31enne.

Dmitry Khoroshev è ora ricercato da Stati Uniti, Regno Unito e Australia. L’FBI offre una ricompensa di 10 milioni di dollari per informazioni che portino al suo arresto. Lockbit ha violato oltre 7.000 organizzazioni in tutto il mondo. In Francia, l’ospedale di Corbeil-Essonnes e, più recentemente, quello di Cannes sono stati vittime di questi hacker.

Gli hacker Lockbit di solito reagiscono a ogni operazione contro di loro da parte delle forze dell’ordine. Il gruppo affitta il proprio malware ad altri hacker e la sua reputazione è in gioco nel mondo del crimine informatico. Il leader di Lockbit, alias LockbitSupp, ha risposto alle domande del media specializzato The Record in una breve intervista in cui smentisce tutte le accuse delle forze di polizia.

Per ulteriori
type="image/avif"> type="image/webp">>>

Distruggi la reputazione degli hacker Lockbit

In questa intervista anonima, il capo di Lockbit nega di essere Dmitry Khoroshev e dichiara “ non conoscere questa persona ”, aggiungendo che “ tutti sanno che è un errore “. Alla domanda su cosa ne pensano i suoi concorrenti risponde infastidito che non ne ha” concorrenti, degni di questo nome “.

type="image/avif"> type="image/webp">L'FBI offre una ricompensa di 10 milioni di dollari a chiunque fornisca informazioni che potrebbero portare al suo arresto // Fonte: FBI>>L'FBI offre una ricompensa di 10 milioni di dollari a chiunque fornisca informazioni che potrebbero portare al suo arresto // Fonte: FBI
L’FBI offre una ricompensa di 10 milioni di dollari a chiunque fornisca informazioni che portino all’arresto di Dmitry Khoroshev. // Fonte: FBI

Il criminale informatico sostiene che la polizia vuole solo danneggiare la sua reputazione e lasciarlo “solo” nel suo ambiente. Europol non lo nasconde davvero, dato che la stessa polizia europea ci ha confermato di voler offuscare l’immagine del gruppo. “ LockbitSupp » indica che continuerà a fare hackeraggi e punta a un milione di vittime.

Queste affermazioni dovrebbero essere prese con le pinze: Lockbit è un’impresa criminale che impiega centinaia di hacker e l’organizzazione ha tutto l’interesse a difendere la propria reputazione. È probabile che la battaglia informativa con la polizia continui.


Iscriviti a Numerama su Google News per non perdere nessuna novità!

-

PREV Per lui voterà l’ex rivale repubblicana di Donald Trump, Nikki Haley
NEXT Calcio – Ligue 2. Possibile proseguimento, Thomas Callens titolare, Lucas Buades assente…: cosa sapere prima di Rodez