Il Pallone d’Oro rubato a Maradona sarà venduto all’asta in Francia

Il Pallone d’Oro rubato a Maradona sarà venduto all’asta in Francia
Descriptive text here
-

Giovedì 5 giugno, la casa d’aste Aguttes metterà in vendita un “pezzo di storia del calcio”, ovvero il Pallone d’Oro (o Pallone d’Oro Adidas) vinto da Diego Maradona nel 1986. E la buona notizia, è che il pubblico potrà venire e ammiratelo prima della vendita.

Avviso a tutti i (ricchi) appassionati di calcio. Il Pallone d’Oro Adidas vinto da Diego Maradona nel 1986, rubato dai mafiosi nel 1989 e che a lungo si credeva ridotto a lingotti d’oro, è stato ritrovato e sarà venduto all’asta dalla Maison Aguttes, con sede a Neuilly-sur -Senna. Un piccolo pezzo di storia che dovrebbe fruttare diversi milioni di euro!

Questo trofeo ha una storia davvero unica, come ricordano il quotidiano “L’Équipe” e la BBC. Questo Pallone d’Oro Adidas (per distinguerlo dal vero Pallone d’Oro della Francia creato nel 1956), premia il miglior giocatore di un Mondiale dal 1982. Nel 1986, Maradona ottenne il premio dopo aver regnato sui Mondiali in Messico, in particolare durante i quarti di finale Argentina-Inghilterra durante i quali il “Pibe de Oro” entrò nel pantheon del calcio con due gol leggendari: “la mano di Dio” e “il gol del secolo”.

Il resto dopo questo annuncio

type="image/webp"> type="image/webp"> type="image/webp"> type="image/webp">>>>>

La cerimonia di premiazione si è svolta al Lido di Parigi.

AFP / © Pascal GEORGE

È questo pezzo di storia del calcio, forse il più bello di questo sport unico, che vi presentiamo in vendita.

Maison Aguttes, sul suo sito web

Tre anni dopo la consegna a Diego Maradona al Lido di Parigi, il 13 novembre 1986, il trofeo fu rubato. Di ritorno in Italia dopo la cerimonia al Lido, Diego Maradona ha custodito il suo Pallone d’Oro nella cassaforte della Banca della Provincia di Napoli. Tuttavia, il 26 ottobre 1989, quando la banca si preparava a chiudere, otto membri di una banda di mafiosi riuscirono a entrare nell’istituto “attraverso un buco nel muro”.

Il resto dopo questo annuncio

Con il volto nascosto da maschere di carnevale e le mani pesantemente armate, hanno preso in ostaggio i 14 impiegati della banca e li hanno costretti ad aprire una sessantina di casseforti. Tra questi, quello di Diego Maradona e della sua futura moglie, Claudia Villafane. I mafiosi hanno poi sequestrato numerosi gioielli, tra cui un orologio Rolex, ma soprattutto il pallone d’oro dell’Adidas dell’argentino.

Qualche anno dopo, Diego Maradona e Claudia Villafane riuscirono finalmente a mettere le mani sui loro gioielli… ma non sul Pallone d’Oro. I mafiosi spiegano poi che l’oggetto era “poco pratico da trasportare” e che preferivano fonderlo per trasformarlo in oro… Circolano altre voci, secondo cui il trofeo sarebbe stato smarrito durante un torneo di poker. La vicenda non è chiara e “El Pibe de Oro” finisce per lasciar cadere la questione.

Il resto dopo questo annuncio

Il resto dopo questo annuncio

Costo stimato diversi milioni di euro

È qui che appare il terzo elemento singolare di questa vicenda. Nel 2016, un uomo ha acquistato all’asta (e alla cieca) una “valigia di trofei” composta da oggetti invenduti della Maison Drouot. Ed è proprio cercando su Internet a cosa potesse corrispondere uno dei suoi trofei che ha stabilito il legame con Diego Maradona e il Pallone d’Oro rubato. L’uomo ha poi provato a chiamare il calciatore (morto nel 2020), l’Adidas, l’AFP e la FIFA. Invano.

Aguttes ha finalmente messo le mani su questo trofeo “un anno fa” e ha svolto un lungo periodo di lavoro esperto finché non è stato certo che si trattasse davvero del trofeo rubato. In particolare scoprì che la “Palla d’oro” non era stata realizzata in oro massiccio, ma in ottone dorato e quindi non poteva essere trasformata in oro puro. Tuttavia, François Thierry, esperto sportivo della casa d’aste, avverte: il prezzo di vendita del Pallone d’Oro di Maradona dovrebbe essere di milioni di euro.

“La maglia che indossò nella partita contro l’Inghilterra del 1986 fu venduta per 9 milioni di sterline (8,5 milioni di euro) e il pallone per 2 milioni di sterline (2,3 milioni di euro)”, ricorda. Le aste si preannunciano quindi avvincenti e storiche.

L’asta si svolgerà il 6 giugno 2024 alle 15:00 a Neuilly-sur-Seine. E la buona notizia è che il pubblico potrà ammirare il Pallone d’Oro di Maradona prima della vendita con tre giorni di visite gratuite. Martedì 4 giugno e mercoledì 5 giugno 2024 dalle 10:00 alle 12:00 e dalle 15:00 alle 18:00 e giovedì 6 giugno dalle 10:00 alle 12:00.

-

PREV Il ministro federale della Difesa afferma che le strategie di reclutamento militare stanno già dando i loro frutti
NEXT “Gefragt – Gejagt”-Folge sorgt für Ärger- ARD react