Naomi Cerresia, medaglia d’oro nel concorso Migliori Apprendisti di Francia per le professioni della moda

Naomi Cerresia, medaglia d’oro nel concorso Migliori Apprendisti di Francia per le professioni della moda
Naomi Cerresia, medaglia d’oro nel concorso Migliori Apprendisti di Francia per le professioni della moda
-

La Polinesia è stata rappresentata per la prima volta al concorso per le professioni della moda MAF. Naomi Cerresia ha raccolto la sfida vincendo l’oro a livello dipartimentale e l’argento a livello regionale.

È stata l’unica ad accettare la sfida tra i suoi compagni di classe. Naomi Cerresia ha presentato il 22 aprile la sua documentazione tecnica e le sue creazioni al presidente dei Meilleurs Ouvriers de France (MOF), Jean-François Girardin, in visita a Tahiti. Mandò poi il test agli esaminatori di Nizza… Naomi doveva ispirarsi a Vivienne Westwood, leader della moda punk nota per il suo stile eccentrico, per creare un corpetto, un file tecnico e una copertina, il tutto in 35 ore.

La studentessa del liceo professionale Faaa si è distinta per la prima volta a livello dipartimentale con una medaglia d’oro, che le ha permesso di accedere all’evento regionale. Riesce a presentare la sua candidatura nella regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra… la sua avventura finirà lì poiché un errore nel montaggio del dolcevita le costa il primo posto. Ha comunque vinto la medaglia d’argento, nonostante tutte le difficoltà incontrate. Naomi e Lysiane hanno appreso la notizia in anticipo lunedì mattina.

L’ha gestita bene” confida Lysiane Abecassis, la sua insegnante. Naomi ha gareggiato dal 15 al 19 aprile, in un’aula del liceo generosamente messa a sua disposizione. Con tre progetti didattici in corso e attrezzature obsolete, “è stata una doppia prova” continua Lysiane, che ha dovuto prestare la sua macchina da cucire affinché Naomi potesse finire le sue creazioni in buone condizioni.

La studentessa diciottenne si è allenata instancabilmente con il suo insegnante per diversi mesi. “È stato piuttosto intenso” ammette, ma ne è valsa la pena… Una bellissima esperienza con la sua insegnante, reduce da un cancro al seno, ma che ha sempre creduto in Naomi, una di lei “tre pepite“, come dice lei.”Noi [l’équipe pédagogique, NDLR] prova a spingerli“affinché un giorno altri studenti si sentano pronti ad accettare la sfida…

Come promemoria, ill concorso “Uno dei migliori apprendisti di Francia” in questione è stato creato nel 1985 su iniziativa di Paul Labourier, insegnante MOF del Morbihan, a livello dipartimentale, poi regionale e infine nazionale dal 2001. Da allora il concorso ha preso piede , più di 5.500 candidati si registrano ogni anno in più di 120 professioni… Si rivolge ai giovani di età inferiore a 21 anni, in formazione CAP o Bac Pro. Dopo aver compiuto il passo della MAF, Naomi nutre la speranza di partecipare un giorno al concorso Miglior lavoratore in Francia.

-

PREV Gas butano: aumento dei prezzi che colpisce molti altri settori di attività
NEXT “The Apprentice”, come l’agnello Donald è diventato il lupo Trump