Inghilterra – Slovacchia nel live ticker

Inghilterra – Slovacchia nel live ticker
Inghilterra – Slovacchia nel live ticker
-

Euro 2024

Dopo il 2-1 contro la Slovacchia: l’Inghilterra non deve temere la Svizzera

L’avversario della Svizzera ai quarti è l’Inghilterra, ma la vittoria contro la Slovacchia non convince.

I salvatori dell’Inghilterra: Jude Bellingham e Harry Kane.

Christopher Neundorf / EPA

Alla fine gli inglesi sono contenti di ogni rinvio come se avessero appena segnato un gol. Ancora una volta non è successo nulla. Ancora in testa, anche adesso, nel bel mezzo dei tempi supplementari.

Un ultimo attacco, un’ultima palla che Jordan Pickford, il portiere inglese, afferra. Allora gli inglesi si riscattano. Vincono questa partita contro la Slovacchia 2-1 dopo i tempi supplementari. Probabilmente non sanno esattamente come sono riusciti a farlo. Ma in questo momento a loro non interessa davvero.

Perché alla fine, come disse Harry Kane a fine partita, l’unica cosa che conta è il risultato. Il sollievo scritto sul volto del capitano inglese, così come l’immenso peso che è stato appena sollevato da lui e dai suoi compagni di squadra. Sabato prossimo gli inglesi saranno la prossima avversaria della Svizzera ai quarti di finale degli Europei a Düsseldorf.

Il gol miracoloso di Bellingham

In realtà gli inglesi sono già stati eliminati quella sera, sono ancora sotto 0-1 quando il recupero è ormai inoltrato. Nemmeno loro stessi sembrano credere di poter segnare in qualche modo un gol. In generale stasera raramente sembrano credere in qualcosa, come se sapessero cosa hanno in mente a Gelsenkirchen. È un’impressione che hanno fatto tante volte a questo Europeo.

Ma poi, dopo 95 minuti, l’Inghilterra riesce per la prima volta a tirare un tiro che vola effettivamente verso la porta avversaria. In qualche modo la palla è arrivata a Jude Bellingham e lui ha inventato un gol miracoloso dal nulla. Ha segnato in rovesciata il giovane fuoriclasse del centrocampo inglese, che prima strisciava come un vecchio sul campo, sopraffatto dalle aspettative, o forse anche dalla stanchezza.

Un gol magico dal nulla: Jude Bellingham.

Ebrahim Noroozi / AP

Ma ora Bellingham fa quello che fanno i grandi calciatori quando conta: ha un lampo di ispirazione e salva la sua squadra ai tempi supplementari. Non è passato nemmeno un minuto quando è già 2-1 per l’Inghilterra, Harry Kane ha segnato di testa. Lì finisce anche il secondo tiro inglese nella porta avversaria, e sarà l’ultimo perché poi l’Inghilterra passa in modalità gestionale.

Prima degli Europei, la squadra guidata dall’allenatore Gareth Southgate era considerata una delle favorite per il titolo. Ma nelle partite della fase a gironi non ha convinto per niente. Gli inglesi hanno chiuso il girone al primo posto, davanti a Danimarca, Slovenia e Serbia. Ma in casa la squadra era ancora divisa perché giocava passivamente, senza passione e intensità, e senza un piano visibile.

Il fedele Southgate

Alcuni esperti inglesi avrebbero preferito tre, quattro, cinque cambi per la partita contro la Slovacchia. Alla fine ce ne sarà uno solo, Kobbie Mainoo a giocare a centrocampo per Connor Gallagher. L’allenatore Southgate lo giustifica con la tendenza al rialzo che avrebbe voluto vedere nei suoi calciatori, come ha detto prima della partita.

Tuttavia, non vi è alcun segno di ciò nei confronti della Slovacchia. Gli Europei dell’Est partono meglio e segnano un gol da vedere con Ivan Schranz. Il loro forte pressing travolge gli inglesi che, come nelle partite precedenti, mancano di un piano per costruire il gioco. I fuoriclasse, soprattutto Bellingham e Kane, sembrano stanchi e privi di ispirazione, e il linguaggio del corpo degli inglesi è pessimo. Presto risuonano dei fischi nello stadio: il mittente sono i nostri stessi tifosi.

Non hanno praticamente alcuna possibilità di segnare per molto tempo. Ma poi gli inglesi in qualche modo ribaltano la situazione. E ora: Düsseldorf, contro la Svizzera, che ultimamente ha brillato tanto contro l’Italia e prima ancora contro la Germania, soprattutto tatticamente, soprattutto con il pressing. Una cosa è certa per lei dopo questa serata: non dovrà temere questo avversario.

-

PREV Euro 2024: Francia – Portogallo, ripercorriamo le leggendarie partite tra le due squadre
NEXT Mondiale U20: la Francia si qualifica alla finale dopo la dimostrazione contro la Nuova Zelanda