I misteriosi pianeti potenzialmente abitabili del sistema TRAPPIST-1, “una nana rossa a soli 40 anni luce dalla Terra”

I misteriosi pianeti potenzialmente abitabili del sistema TRAPPIST-1, “una nana rossa a soli 40 anni luce dalla Terra”
Descriptive text here
-

Venerdì sera si è tenuta a Chimay una conferenza su TRAPPIST, un sistema solare vicino al nostro. Emmanuel Jehin (ULiège, co-scopritore con Michaël Gillon) e Mathilde Timmermans (dottorando all’ULiège) sono venuti per far sognare.

Una scoperta belga e di Liegi

Anche se il nome TRAPPIST scelto dagli scienziati deriva dall’acronimo inglese “Transiting planets and planetesimals small telescope”, il desiderio dei professori era quello di evidenziare il contenuto “belga” di questa scoperta. Ciò è stato possibile soprattutto grazie alla NASA, che aveva fornito ai ricercatori belgi un enorme telescopio, certamente alla fine della sua vita, ma che li ha molto aiutati nelle loro ricerche.

Cosa c’è di più rappresentativo delle birre trappiste per associare questa nana rossa e i suoi pianeti, situati a soli 40 anni luce dalla Terra, al Belgioha commentato scherzosamente il professor Jehin. Alla NASA, durante la conferenza stampa successiva alla scoperta, tutti conoscevano già le nostre birre trappiste. Tra questi, Chimay. Devo anche sottolineare che ho avuto l’opportunità di berne uno in un bar a Santiago del Cile. Questo deve essere il posto in cui l’ho pagato di più.

Tre pianeti delle dimensioni della Terra si trovano in una zona abitabile

Durante questa conferenza, questi specialisti – divenuti famosi in tutto il mondo per il loro lavoro – hanno presentato le loro ricerche sul sistema solare TRAPPIST, sin dalla sua scoperta nel 2015. Tre dei suoi sette pianeti “delle dimensioni della Terra” si trovano in una zona abitabile.

Emmanuel Jehin ha creato suspense dichiarando che a “annuncio del tutto eccezionale” dovrebbe essere fatto a breve. Abbastanza per immaginare le ipotesi più straordinarie sui risultati delle loro attuali ricerche. A meno che non si tratti di dare ai sette pianeti extrasolari il nome dei trappisti belgi? Avere…

Vita extraterrestre su Trappist-1? C’è acqua!

Rappresentazione artistica: la superficie dell’esopianeta Trappist-1 f. ©NASA/JPL-Caltech/T. Pyle (IPAC)

> La conferenza può essere vista integralmente su YouTube.

-

PREV Le tempeste solari aumenteranno e accelereranno il declino di Hubble – rts.ch
NEXT I 7 consigli di Apple per caricare correttamente il tuo iPhone