Giocare a questa gara in Baldur’s Gate 3 potrebbe costarti, ma il vantaggio dovrebbe interessare alcuni giocatori.

-

Novità sul gioco Giocare a questa gara in Baldur’s Gate 3 potrebbe costarti, ma il vantaggio dovrebbe interessare alcuni giocatori.

Pubblicato il 05/05/2024 alle 08:45

Suddividere :

Baldur’s Gate III non ha bisogno di presentazioni. Gioco dell’anno 2023, è riuscito a raggiungere i vertici del gioco di ruolo moderno offrendo incredibili scelte di personalizzazione ai giocatori. Inoltre, una scelta molto particolare ha attirato la nostra attenzione.

Una categoria sottovalutata

Porta di Baldur III è IL gioco dell’anno 2023, sviluppato da Larian Studios. Offre ai giocatori una miriade di scelte durante la creazione del proprio personaggio, soprattutto quando si tratta di gareggiare. Tra le molte opzioni disponibili, i githyanki vengono spesso trascurati a favore di scelte più tradizionali come umani o elfi. Tuttavia, scegliere un personaggio di questa razza può fornire notevoli vantaggi nel corso dell’avventura.

Nell’universo di Dungeons & Dragons, da cui Baldur’s Gate III è ispirato, i githyanki sono creature affascinanti e formidabili. Provenienti dai Piani Esterni, sono noti per la loro maestria nelle arti guerriere e per le loro impressionanti capacità psioniche. Questa combinazione unica di abilità rende i githyanki avversari formidabili e preziosi alleati in qualsiasi missione o campagna.

Sebbene i Githyanki siano spesso sottovalutati dai giocatori, è importante riconoscere i vantaggi unici che offrono. Ad esempio, la loro abilità innata, Conoscenza Astrale, consente loro di cambiare abilità regolarmente, fornendo loro una grande flessibilità tattica. Questa capacità è particolarmente utile in un gioco come Baldur’s Gate III, dove le sfide e gli ostacoli possono variare notevolmente di momento in momento.


Abilità affumicate contro associabilità

I Githyanki beneficiano di potenti abilità psioniche, come il salto e il teletrasporto con la nebbia, che consentono loro di manovrare abilmente sul campo di battaglia. Queste abilità assumono il loro pieno significato in Baldur’s Gate III, dove l’enfasi è sulla verticalità degli ambienti. Sfruttando saggiamente queste abilità, i giocatori possono ottenere un vantaggio tattico significativo durante il combattimento e l’esplorazione.

Quando si tratta di equipaggiamento, i Githyanki hanno accesso ad armi e armature uniche che non possono essere utilizzate al massimo del loro potenziale da altre razze. Offrono caratteristiche speciali che possono migliorare le abilità di combattimento dei personaggi Githyanki e renderli ancora più formidabili sul campo di battaglia. Le classi marziali, in particolare, possono trarre grandi vantaggi da questi equipaggiamenti, rendendoli una scelta attraente per i giocatori interessati a personaggi incentrati sul combattimento.

I githyanki ci regalano anche uno dei migliori personaggi di Baldur’s Gate III con Lae’zelche ci offre una prospettiva unica nel gioco. Anche se all’inizio può sembrare ostile, nel corso dell’avventura rivela strati di complessità che possono arricchire la storia del giocatore.

Tuttavia, la scelta di questa razza presenta anche alcuni svantaggi. Se scegli di giocare come Githyanki, molti personaggi inizieranno a ignorarti e preferiranno parlare con Lae’zel, anche se anche lei è una Githyanki. Questo modo di giocare ha dato fastidio a più di uno, ma alcuni giocatori lo troveranno sicuramente interessante e un modo originale di giocare a Baldur’s Gate III. D’altra parte, aspettati di perdere molte parti della storia.

Ricordiamo che Baldur’s Gate III è disponibile su PC, PS5, Xbox Series e Mac.

-

PREV 5 cuffie di ottima qualità a meno di 150 euro
NEXT Questa smart TV Samsung 4K ha un prezzo imbattibile