Yunis Abdelhamid parla prima di unirsi all’ASSE

-

Si prevede che Yunis Abdelhamid sarà il primo acquisto dell’era Kilmer Sports Ventures. L’ex capitano del Reims è intervenuto sul canale Youtube di TFT Marocco. Trascrizione.

Un assaggio di affari in sospeso a Reims per

Yunis Abdelhamid: “Penso che avrei potuto continuare. Dopo, è il momento giusto oppure no? Vedremo, il futuro ce lo dirà. Per il momento la storia è che devo lasciare il club. Poi è già tutto scritto. Inizierò un altro progetto. Penso che possa farmi bene anche ritrovare un po’ di pressione, adrenalina e uscire dalle comodità. Ognuno ha viaggi diversi. E’ vero che ci sono molti giocatori esperti che restano nel loro club e che finiscono la carriera nel club in cui hanno trascorso quasi tutti i loro anni migliori o gli ultimi anni. Ma per me è ora di partire. Non mi faccio domande a riguardo e vedremo cosa mi riserverà il futuro. »

Prima selezione a sorpresa con il Marocco per Yunis Abdelhamid

Yunis Abdelhamid: “È stato inaspettato perché non ero nemmeno nella pre-lista. E’ dopo la partita contro il Lione, con il Digione, che vinciamo 4-2. Questa è l’ultima partita prima della sosta di settembre. Ho ricevuto la chiamata di Hervé Renard, prima di Nasser Larguet, di Ahmed Chouari, Nasser Larguet e poi Hervé Renard.

Quando ti chiama, ricordi cosa stavi facendo in quel momento? Ero a casa. Onestamente ero a casa. Oltretutto non avevo nemmeno il passaporto marocchino. Non sapevo più dove fossi. Penso che fosse scaduto. Quindi quando mi chiamano mi dicono che sarò selezionato. Sono molto felice, orgoglioso della prima selezione. E così mi aiuta a rifare il passaporto. Hai ottenuto il passaporto in una settimana. Ho ottenuto il passaporto molto velocemente. Sono stato fortunato. E così ecco, vengo a conoscenza della selezione, quindi chiamo tutta la famiglia. Successivamente li raggiungo a Rabat. »

“Internazionale marocchina? Il più grande risultato della mia carriera” (Yunis Abdelhamid)

Yunis Abdelhamid: »C’è un po’ di pressione. Poi penso che dobbiamo rendercene conto, perché come ho detto all’inizio, firmando professionalmente a 23 anni e giocando 5 anni in Ligue 2, quindi arrivo alla selezione a 28, ha addirittura 29 anni, quindi sostanzialmente, anche se rimane un obiettivo, resta un sogno da concorrente. Ma se non fossi diventato internazionale non avrei gridato allo scandalo. Per me era normale. Quindi il fatto di diventarlo e di realizzarlo ascoltando l’inno è un grande motivo di orgoglio. E viviamo ancora… Quell’unico desiderio è tornare lì. Dal momento in cui l’abbiamo assaggiato.

Come un bambino, dopo averlo assaggiato una volta, vuoi tornare indietro, giocare e rappresentare il paese. Diresti quasi che sia il risultato più grande della tua carriera. Sì, certo, è il più grande motivo di orgoglio. La selezione non rende orgoglioso solo me, rende orgogliosi i genitori, rende orgogliosa la famiglia, rende orgoglioso il quartiere. Quindi ecco qua, sappiamo che non importa il paese, che sia il Marocco, l’Algeria o la Tunisia, quando abbiamo una comunità forte, ad esempio a Montpellier, molti marocchini in giro, non importa la città e ciò che rappresenta per tutti prima essere lì come sostenitore. Rende orgogliose molte persone. Onestamente è vero che è la cosa più bella che accade nella vita. »

Obiettivo Can 2025?

Yunis Abdelhamid: “Onestamente, sostanzialmente, sapendo che la Coppa d’Africa si sarebbe svolta a giugno. Dopo non lo sappiamo ancora. Certo, un anno passa molto velocemente. Quindi, per quanto mi riguarda, finché rimango ad alto livello e mi esibisco, ovviamente, guarderò con la coda dell’occhio. Poi so che l’allenatore si sta preparando anche per il futuro. C’è anche Chadi (del Crystal Palace) che spinge, anche Abkar (dell’Alavès) che spinge.

Questi sono i giovani, bravi giovani che rappresentano il futuro con Nayef (Aguerd). Quindi penso che dobbiamo anche prepararci per il futuro. Poi, vedremo tra un anno. Diremo che la porta è chiusa senza essere chiusa. Sarò pronto e vedremo se arriverà. Non lo sapremo mai. Posso diventare di nuovo il più vecchio. In ogni caso ho ancora intenzione di giocare e di provare a dare il meglio di me nel club. Dopo, vedremo cosa succede. »

Italiano:

-

PREV ESCLUSI – Mercato: Mikautadze al Monaco per 24 milioni di euro!
NEXT TDF. Tour de France – Bryan Coquard: “Deluso, frustrato e arrabbiato per la situazione”