Roland-Garros: ultimi vincitori, record… Tutto quello che devi sapere sui vincitori del torneo

Roland-Garros: ultimi vincitori, record… Tutto quello che devi sapere sui vincitori del torneo
Roland-Garros: ultimi vincitori, record… Tutto quello che devi sapere sui vincitori del torneo
-

Il suo nome ritorna spesso quando si consulta la storia del torneo. Dall’inizio degli anni 2000, Rafael Nadal ha inserito più volte il suo nome nel palmares del Roland-Garros. Tra gli uomini il palmares cambia poco, con solo quattro campioni diversi dal 2005 e il primo titolo dello spagnolo.

Anche in campo femminile, Iga Swiatek ha consolidato il suo dominio per diverse stagioni, dopo diversi anni di instabilità al vertice. Anche se il polacco è ancora lontano dal record di titoli vinti a Porte d’Auteuil, detenuto dall’americano Chris Evert.

Gli ultimi vincitori: Djoko, Rafa e Iga

La scorsa stagione, Novak Djokovic ha vinto per la terza volta nella sua carriera la finale del Roland-Garros. Il serbo aveva battuto il norvegese Casper Ruud, già battuto a questo punto da Rafael Nadal nel 2022. Lo spagnolo ha vinto anche tutte le edizioni del torneo dal 2005, ad eccezione del 2009 (Roger Federer), 2015 (Stanislas Wawrinka), 2016 , 2021, e quindi 2023 (Novak Djokovic).

Tra le donne, Iga Swiatek guida il torneo da quattro anni. La polacca ha vinto il Roland-Garros nel 2020, 2022 e 2023, lasciandosi scappare solo l’edizione 2021, a vantaggio della ceca Barbora Krejcikova. Una novità, visto che nessuna giocatrice è riuscita a conservare il titolo dopo la tripletta della belga Justine Henin, tra il 2005 e il 2007.

Primati del titolo: Nadal lontano dagli altri, Evert per un filo

Rafael Nadal è senza dubbio il giocatore di maggior successo nella storia del Roland-Garros, avendo alzato la Coupe des Mousquetaires quattordici volte. Lo spagnolo si piazza molto davanti al suo secondo posto in classifica, più che doppio di vittorie, Björn Borg, sei volte campione tra il 1974 e il 1981. Ma lo svedese, vera rock star del circuito negli anni ’70, è andato in pensione giovanissimo, a 26 anni.

Nella classifica femminile, l’americana Chris Evert figura nella classifica delle giocatrici di maggior successo. Tra il 1974 e il 1986, ha collezionato sette trofei sulla terra battuta di Porte d’Auteuil. Tuttavia, ha solo una Coppa Suzanne-Lenglen in più rispetto alla tedesca Steffi Graf, vittoriosa sei volte tra il 1987 e il 1999. Con tre titoli a suo nome, Iga Swiatek è ancora relativamente lontana. Anche se, a soli 22 anni (ne compirà 23 il 31 maggio), fa in tempo ad avvicinarsi al record.

I campioni più giovani: Chang e Seles vincitori prima di raggiungere l’età adulta

Nel 1989, all’età di 17 anni e 3 mesi, Michael Chang realizzò una delle più grandi imprese nella storia del tennis. L’americano, dopo aver eliminato agli ottavi di finale Ivan Lendl, numero uno del mondo, è arrivato in finale al Roland-Garros. Lì sconfisse Stefan Edberg e divenne il più giovane vincitore di un torneo del Grande Slam nella storia, record che detiene ancora. Si tratta, del resto, dell’unico trionfo della sua carriera in una delle quattro major.

Una stagione dopo, nel 1990, la jugoslava Monica Seles conquistò il record di precocità tra le donne. Il 10 giugno ha battuto in finale Steffi Graf, che aveva già ottenuto due successi a Porte d’Auteuil. A 16 anni e 6 mesi vinse il suo primo titolo del Grande Slam e conservò la corona al Roland-Garros nelle edizioni 1991 e 1992.

I vincitori più anziani dell’era Open sono Novak Djokovic, che ha vinto il titolo l’anno scorso a 36 anni per gli uomini, e Serena Williams, incoronata a 33 anni e 8 mesi nel 2015.

I francesi titolati: solo due nell’era Open

Dal 1968 e dall’inizio dell’era Open, grazie alla quale tutti i giocatori possono partecipare ai tornei del Grande Slam (prima i professionisti non potevano competere), pochi francesi hanno vinto al Roland-Garros. Sul campo in terra battuta di Porte d’Auteuil, solo Yannick Noah ci riuscì tra gli uomini, nel 1983. Prima di lui e dell’era Open, i Mousquetaires René Lacoste, Henri Cochet e Jean Borotra avevano iscritto i loro nomi nell’elenco dei vincitori. Proprio come Marcel Bernard.

Una sola eletta anche nel tabellone femminile dall’inizio dell’era Open: Mary Pierce, nel 2000. La franco-americana ha battuto in due set la spagnola Conchita Martinez. Prima di lei si erano iscritte nella lista Suzanne Lenglen, Simonne Mathieu, Nelly Adamson e Françoise Dürr, ma prima dell’era Open.

-

NEXT Memorial Cup: Owen Beck e gli Spirit si dirigono verso la finale, dominando Moose Jaw 7 a 1