Lotta contro la zanzara tigre: il municipio di Saint-Georges-d’Espéranche aiuta i residenti ad acquistare trappole

Lotta contro la zanzara tigre: il municipio di Saint-Georges-d’Espéranche aiuta i residenti ad acquistare trappole
Lotta contro la zanzara tigre: il municipio di Saint-Georges-d’Espéranche aiuta i residenti ad acquistare trappole
-

Il Nord-Isère non è immune dalla proliferazione della zanzara tigre. Sempre più presente in Francia, può portare malattie come la dengue o la chikungunya, per questo il municipio di Saint-Georges-d’Espéranche, nel Nord-Isère, lancia un esperimento. Offre ai residenti del centro paese che dispongono di un giardino finanziare il 50% delle trappole per zanzare tigreche costano 40 euro ciascuno.

Più discreta della comune e silenziosa zanzara, invade da tre anni il giardino di Sophie. “Le zanzare tigre ci sono tutto il giorno. Ho due bambini che giocano in giardino e vengono morsi ovunque, compreso uno che ha reazioni allergiche piuttosto impressionanti” dice la giovane donna.

20€ a trappola per i residenti del villaggio

Candele, spray, racchette elettriche… ha provato di tutto senza molto successo e ripone quindi molte speranze nella trappola proposta dal municipio. “Abbiamo una casa che è un po’ al centro di un appezzamento di terreno, quindi proveremo a metterne una su ciascun lato per vedere. Abbiamo visto che nidificavano nelle siepi, quindi li attaccheremo le siepi per catturarne il maggior numero possibile”.

Queste due trappole gli costeranno 40 euro nell’ambito dell’esperimento condotto dal municipio, che mira a farlo incoraggiare quante più persone possibile ad attrezzarsi nella zona test, “per rassicurare tutti e avere almeno una risposta alle loro domande” spiega la seconda assistente, Valérie Micha-Frachon.

1.200 trappole per la sperimentazione

Tuttavia, non dobbiamo dimenticare azioni preventive e soprattutto evitare che l’acqua ristagni nei giardini, insiste Brigitte Groix, sindaco di Saint-Georges-d’Espéranche. “La trappola c’è, certo, ma senza seguire le istruzioni sicuramente la sua efficacia verrà ridotta. È davvero un’azione che deve essere intrapresa da tutti”.

Il municipio prevede di utilizzare 1.200 trappole per questo esperimento. Grande all’incirca quanto un vaso da fiori medio, questa trappola piena d’acqua attira zanzare che si attaccano ad una piastra autoadesiva mentre cerca di uscire.

I residenti interessati del centro del paese hanno fino al 9 giugno per avvicinarci al municipio. Le trappole provengono dalla società Aedes Control, con sede a Corbas nel Rodano.

-

PREV Questo nuovo metodo può prevedere l’Alzheimer fino a 9 anni prima della diagnosi
NEXT risorse ma anche punti di vigilanza