Gestione dell’asma

-

Il tuo cavallo è sensibile al polline o alla polvere? Tossisce al lavoro? Le sue prestazioni sono ridotte? E se il tuo cavallo lo fosse asmatico ? Oggi vi parliamo della diagnosi e della gestione dell’asma equina, con Audevard.



Asma equino moderato o grave: l’importanza della diagnosi.

Per effettuare una diagnosi completa, vi consigliamo di contattare il vostro veterinario.

Per stabilire una diagnosi, il veterinario generalmente inizierà con un esame generale. Ti chiederà dei sintomi che presenta il tuo cavallo ma potrebbe anche chiederti del suo stile di vita. Oltre a questo, effettuerà un esame clinico completo che gli permetterà di ascoltare eventuali suoni respiratori, di guardare le narici per vedere eventuali secrezioni.

Per concludere l’esame generale, il veterinario potrebbe fare anche il “test della borsa”. Si tratta di mettere un sacchetto di plastica sul naso del cavallo per “forzargli la respirazione” e aumentare l’intensità dei rumori. Ciò facilita quindi l’ascolto di eventuali anomalie come i fischi. È anche un test che permette di valutare la capacità di recupero del cavallo.

Per chiarire la diagnosi, il veterinario può ricorrere anche ad esami più approfonditi: fibroscopia (permette di vedere l’interno dei bronchi), lavaggio bronco-alveolare (per esaminare le cellule dei polmoni e dei bronchi)…

Una volta effettuati tutti gli esami necessari, il vostro veterinario potrà fare una diagnosi definitiva e proporvi così un trattamento adatto al vostro cavallo.



La gestione ambientale, un elemento essenziale

Prendersi cura dell’ambiente del cavallo è essenziale nella gestione dell’asma equino.

Innanzitutto bisognerà adattare lo stile di vita del cavallo. L’idea è ridurre al minimo l’esposizione del cavallo a diversi allergeni come polvere, polline o muffe. Per i cavalli che vivono all’aperto, cerca di favorire pascoli con relativamente pochi alberi che producono polline. Per i cavalli che tendono a vivere nelle stalle, sono essenziali una buona ventilazione nelle stalle, nonché la gestione della lettiera e dell’alimentazione per limitare la polvere.

Naturalmente anche sul lavoro è importante limitare l’esposizione alla polvere, fare attenzione alle cave molto secche in estate o ai sentieri molto polverosi, soprattutto se si viaggia con più cavalli.



Trattamenti farmacologici

Nei cavalli asmatici capita che gli attacchi siano troppo forti e che i cavalli abbiano bisogno di un supporto medicinale per limitare l’infiammazione e permettere al cavallo di respirare meglio.

Ci sono molti trattamenti farmacologici che possono essere utilizzati. Ecco le principali tipologie:
– Broncodilatatori: aiutano a limitare la riduzione del diametro dei bronchi legata all’infiammazione causata dagli allergeni
– Antinfiammatori: si tratta generalmente di corticosteroidi che aiutano a limitare l’infiammazione
– Mucolitici: verranno utilizzati nei cavalli che hanno una significativa produzione di muco

Integratori alimentari di supporto

Nell’ambito della gestione dell’asma nei cavalli, può essere utile l’uso di integratori alimentari. È possibile utilizzare due tipi di complementi.

Integratori tipo sciroppo come Aria Balsamica fornirà un rapido comfort ai cavalli grazie agli oli essenziali (eucalipto, rosmarino, niaouli e pino).

Per un supporto a lungo termine durante i periodi più rischiosi, consigliamo il Controllo balsamico che fornisce un comfort duraturo sulle vie aeree più profonde. È anche un integratore adatto ai cavalli esposti al rischio di asma e che può essere utilizzato a scopo preventivo.

Se hai dubbi sull’integratore più adatto al tuo cavallo, non esitare a contattare i laboratori Audevard sulle loro reti Instagram E Facebook, sapranno consigliarti al meglio.

I prodotti Audevard sono disponibili presso il vostro veterinario, non esitate a parlarne con loro.




-

PREV Migliore digestione, lotta contro le infezioni… La rivoluzione medica del microbiota, fondamentale per la nostra buona salute
NEXT A una donna della Vandea viene rifiutata una “proroga” del congedo per malattia di lunga durata per curare il suo cancro al seno