Chi ha davvero beneficiato dell’elevata affluenza alle urne?

Chi ha davvero beneficiato dell’elevata affluenza alle urne?
Chi ha davvero beneficiato dell’elevata affluenza alle urne?
-

INFOGRAFICA – La partecipazione è aumentata di 20 punti tra le elezioni del 2022 e del 2024, ovvero dieci milioni di elettori in più.

Dal 1997, i francesi non si erano mai presentati così numerosi per eleggere i propri deputati. Questa domenica, 30 giugno, sono state quasi 33 milioni le persone che si sono recate al proprio seggio elettorale per esprimersi, consentendo alla partecipazione di raggiungere il 64,99%, rispetto al 46,46% del 2022, con un incremento di quasi 20 punti. Ma questo aumento di quasi 10 milioni di elettori (ovvero il 40% in più) non ha favorito i diversi partiti nella stessa proporzione.

Il Raggruppamento Nazionale e i suoi alleati, seguiti da un Nuovo Fronte Popolare più potente del previsto (al 27,99%), hanno ottenuto quasi il 33,15% dei voti al primo turno delle elezioni legislative, questo 30 giugno. Nel 2022, il partito della fiamma è arrivato solo al terzo posto dietro l’alleanza della sinistra (Nuova Unione Popolare Ecologica e Sociale, ex-NFP) e la maggioranza presidenziale, con il 18,68% dei voti. In termini di percentuale di voti espressi, la RN ha moltiplicato il suo punteggio per 1,8.

Un voto di “adesione”

Una progressione netta, certo, ma che è…

Questo articolo è riservato agli abbonati. Ti resta il 64% da scoprire.

Vendita lampo

1€ al mese per 3 mesi. Senza impegno.

Già iscritto? Login

-

PREV In Tunisia, Kaïs Saïed annuncia di candidarsi per un nuovo mandato presidenziale
NEXT Docenti nominati vs. a tempo indeterminato: la maggioranza Impegnata vuole incidere sullo status degli insegnanti, i sindacati frenano