Sacha Bastelica, candidato del Nuovo Fronte Popolare, lancia la sua campagna nella prima circoscrizione elettorale dell’Alta Corsica

Sacha Bastelica, candidato del Nuovo Fronte Popolare, lancia la sua campagna nella prima circoscrizione elettorale dell’Alta Corsica
Sacha Bastelica, candidato del Nuovo Fronte Popolare, lancia la sua campagna nella prima circoscrizione elettorale dell’Alta Corsica
-

A soli 20 anni, Sacha Bastelica, originario di Bastia e studente di scienze politiche a Lione, si è già fatto un nome come consigliere uscente dell’Assemblea di a Ghjuventù. È nei quartieri meridionali di Bastia che presenta il suo approccio: “Nel 1936 Léon Blum creò il Fronte Popolare contro l’estrema destra. Oggi la storia ci chiama a uscire dalla stagnazione. Alla difficoltà di vivere di alcuni, alla povertà, al disastro ecologico, alle disuguaglianze, rispondiamo con il Fronte Popolare. Stiamo lottando anche per i nostri giovani, che devono essere una risorsa. »

Karl Tomasi, il responsabile della sua campagna, ha rafforzato questo discorso sottolineando la portata del loro impegno: “Il nostro obiettivo in questa campagna sarà quello di parlare a tutti i corsi, alle città, ai villaggi, ai corsi nel loro insieme. Chiediamo la mobilitazione contro l’estrema destra e l’estremo centro di Macron e li combatteremo sul campo. Oggi possiamo parlare di un cammino di speranza. »

La candidatura di Sacha Bastelica e della sua vice, Carla Vinciguerra, è emersa all’ultimo minuto. Inizialmente, Michel Stefani, segretario generale regionale del Partito Comunista, aveva presentato la sua candidatura prima di ritirarsi per sostenere il Nuovo Fronte Popolare Corso. Sostegno fornito anche dalla socialista Emmanuelle de Gentili, con l’obiettivo di contrastare l’estrema destra. “È vero che ci siamo presi il tempo necessario, ma abbiamo trovato un accordo con tutti i partiti di sinistra nelle quattro circoscrizioni. Questo è un vantaggio per battere l’estrema destra, che lascia divisa. Sottolineo che non sono LFI, sono Front Populaire, un candidato né di sinistra né di estrema né di centro e rimango indipendente con alcune divergenze. Sono il candidato del Fronte Popolare Corso. Abbiamo raggiunto un compromesso storico in Corsica unendo tutta la sinistra”, ha spiegato Sacha Bastelica.

Quanto al risultato del deputato uscente Michel Castellani, è stato considerato positivo dal giovane candidato: “ Non è trascurabile, è una buona valutazione anche se non siamo d’accordo su tutto. Comunque non è il nostro avversario. Il nostro avversario è l’estrema destra. » Carla Vinciguerra ha aggiunto: “Noi siamo la voce del popolo di sinistra. Siamo un secondo vento per i giovani. Stiamo combattendo il centrodestra e l’estrema destra, partiti dannosi per l’immigrazione e la povertà. »

Ampio supporto
Il sostegno a questa candidatura non si limita al PC e al PS, assenti alla conferenza stampa. Al movimento si sono uniti anche A Manca e i Verdi.“Siamo orgogliosamente al suo fianco. Ha un programma realistico che sostiene la gioventù corsa, una nuova generazione che non accetta la segregazione. Vogliamo uscire da questa società medievale. » ha detto Didier Ramelet-Stuart di A Manca.

I Verdi hanno annunciato la loro intenzione di sostenere Bastelica e gli altri candidati nelle altre tre circoscrizioni elettorali: “La nostra speranza è avere quattro deputati per cambiare le cose, per mettere in discussione in particolare la riforma delle pensioni e l’ASSEDIC. Vogliamo il bonus insularità per i pensionati e i dipendenti che ancora non ne beneficiano”, ha dichiarato Hélène Sanchez, dell’EELV, che martedì sarà a Ponte Leccia per lanciare la campagna del Nuovo Fronte Popolare nel 2° collegio elettorale dell’Alta Corsica.

-

PREV UdeS riconosciuta tra i migliori datori di lavoro per il suo impegno a favore della diversità – News
NEXT Concerto dell’Orchestra Nazionale dell’Ile-de-France