Érik Canuel, regista di Bon cop, poliziotto cattivo, è morto a 63 anni

-

Il regista del Quebec Érik Canuel, che ha diretto numerosi film importanti come Legge del maiale, naso rosso, L’ultimo tunnel E Poliziotto buono, poliziotto cattivo, è morto sabato all’età di 63 anni, ha riferito lunedì la società di comunicazioni Annex. L’uomo che stava combattendo da sette anni contro il mieloma multiplo è stato finalmente sopraffatto da una devastante leucemia plasmacellulare secondaria.

Nato nel 1961 a Montreal, Érik Canuel ha diretto il suo primo cortometraggio, Il mio amico, mio ​​fratello, a 21 anni. Dopo aver studiato produzione cinematografica alla Concordia University, ha co-fondato la Kino Films con Pierre Gill, prima che Marie-France Lemay si unisse al duo. Kino era specializzato in pubblicità e video musicali, che all’epoca erano rari. Il regista ha lavorato soprattutto con Sass Jordan, Vilain Pingouin e Sylvain Cossette.

video musicali e circa 250spot pubblicitari durante questo periodo folle”,”text”:”Devo aver realizzato quasi 50 videoclip e circa 250 spot pubblicitari durante questo periodo folle”}}”>Devo aver realizzato quasi 50 video musicali e circa 250 spot pubblicitari durante questo periodo folleha spiegato nel 2021 durante un’intervista con Marc Lamothe nell’ambito della serie Questi artisti che hanno realizzato video musicali.

Apri in modalità a schermo intero

Erik Canuel

Foto: Samuel Keaton

Legge del maialeun primo lungometraggio

Legge del maialeprimo lungometraggio di Érik Canuel uscito nel 2001, vede protagonisti Isabel Richer e Catherine Trudeau nel ruolo delle sorelle Stéphane e Bettie Brousseau, che cercano di salvare dalla bancarotta il porcile ereditato dal padre prima di essere rapite dai trafficanti di cannabis.

Due anni dopo, si allontanò dal dramma con naso rosso (2003)una commedia natalizia con Patrick Huard che è diventata un grande successo al botteghino del Quebec.

Seguirà il prossimo L’ultimo tunnel (2004), film ispirato all’autobiografia del criminale Marcel Talon, interpretato dal grande Michel Côté. Érik Canuel si riunisce con Jean-Nicolas Verreault l’anno successivo Il verificarsi (2005), un film basato sul romanzo locale di Germaine Guèvremont.

Il successo mostruoso di Poliziotto buono, poliziotto cattivo

Nel 2006, Érik Canuel si è avventurato a riunire le due solitudini nella prima commedia poliziesca bilingue Poliziotto buono, poliziotto cattivo, guidato da Patrick Huard e Colm Feore. Sarà una scommessa che darà i suoi frutti, poiché il film frantumerà tutti i record di incassi in Canada con incassi superiori a 12 milioni di dollari, superando così Porky’s (diciannove ottantuno). Il cineasta è stato anche insignito del Premio Genie per il miglior film nel 2007 e del Premio Biglietto d’Oro alla serata di premiazione Jutra (oggi conosciuta come Gala Québec Cinéma).

Questo successo darà origine ad un seguito, Poliziotto buono, poliziotto cattivo 2, questa volta diretto da Alain DesRochers. Abbiamo anche appreso l’estate scorsa che una serie ispirata al mondo dei due film d’azione era in preparazione presso Bell Media, con la sceneggiatura di Patrick Huard.

Apri in modalità a schermo intero

Patrick Huard e Colm Feore nel film “Bon cop, bad cop” di Erik Canuel

Foto: Alleanza Vivafilm

Tra gli altri film di Érik Canuel si segnala anche la commedia nera molto cupa Cadaveri (2009) e il thriller Lago Misterioso (2013).

Il regista è stato molto attivo anche in televisione, sia in inglese che in francese. Ha diretto in particolare alcuni episodi della popolare serie Fortierper il quale ha ricevuto una nomination ai Gemelli, oltre ad episodi di Trapianto, Riscatto, Punto d’infiammabilità E La fame.

Flavie,così come sua madre, Lucile”,”testo”:”Lascia piangere la sua compagna e fedele complice, Julie, i suoi figli, Elodie, L’ami.e e Justine, suo fratello Nicolas (Geneviève), Elliott e Flavie, così come sua madre, Lucile”}}”>Se ne va per piangere la sua compagna e fedele complice, Julie, i suoi figli, Elodie, L’ami.e e Justine, suo fratello Nicolas (Geneviève), Elliott e Flavie, così come sua madre, Lucile.ha concluso l’allegato in un comunicato stampa.

-

PREV Parigi: JoeyStarr nel mirino di un’indagine per violenze commesse contro il figlio di 9 anni
NEXT Manifestazione anti-megabacini anche a La Rochelle