Les Sables-d’Olonne: 39 foto per scoprire i Vandeen di New York (e viceversa)

Les Sables-d’Olonne: 39 foto per scoprire i Vandeen di New York (e viceversa)
Les Sables-d’Olonne: 39 foto per scoprire i Vandeen di New York (e viceversa)
-

Di

Maxim Pernet

pubblicato su

25 maggio 2024 alle 7:00

Vedi le mie notizie
Segui Le Journal des Sables

Suo progetto fotografico un po’ eccentrico aveva già attirato l’attenzione l’anno scorso. Dopo diversi mesi di lavoro, ora sta prendendo forma e sarà addirittura esposto a Les Sables-d’Olonne dal 1° giugno.

50 ritratti. 25 della Vandea che vivono a New York, 25 dei newyorkesi che vivono in Vandea. ” Volevo mostrare i legami invisibili che esistono tra la Vandea e gli Stati Uniti “, spiega con orgoglio Jean-Marc Arthot, dal suo laboratorio, situato sul Remblai, dove rifinisce gli ultimi ritocchi. L’artista è ai blocchi di partenza per presentare il suo lavoro, che lo porterà a viaggiare e scoprire le terre dello Zio Sam.

Dai 4 ai 70 anni

L’obiettivo iniziale non è stato raggiunto, ma può comunque vantarsi di essere riuscita a soddisfarne, e produrne, 39.

21 residenti della Vandea e 18 americani, di tutte le età e con percorsi di vita molto diversi. » Il più giovane ha quattro anni, il più grande 70 anni. Sono chef, atleti, artisti”, elenca il fotografo.

Alcuni sono partiti per vivere il sogno americano e non lo hanno mai abbandonato, altri sono arrivati ​​senza un obiettivo specifico, ma alla fine hanno trovato un motivo per restare. Una vera avventura umanasia davanti che dietro l’obiettivo.


Al centro della privacy delle persone

Jean-Marc Arthot li ha fotografati sul posto, nei luoghi a loro cari. Lì, un faro riconoscibile tra cento altri, qui le pietre bianche e levigate di un monumento che ha recentemente fatto notizia.

Un tuffo umano “nell’intimità delle persone” e in ciò che hanno da dire. Inoltre alle foto sarà allegato un breve testo esplicativo.

Video: attualmente su -

La mostra ci permette quindi di scoprirli, ma anche di renderci conto che questi incroci oltreoceano sono più comuni di quanto pensiamo. » Molti di quelli che ho incontrato pensavano di essere soli e sono rimasti piuttosto sorpresi nell’apprendere che in realtà erano molti. »

Trovare gli argomenti, tuttavia, non è stato facile. Dietro questi cliché si nascondono anche i luoghi comuni mesi di ricerca, spiegazioni e negoziazioni, in modo che le persone accettino di aprire il loro mondo a un completo estraneo. “È stato fatto molto attraverso social networks. Le persone avevano sentito parlare del mio progetto e ne avevano consigliato altri che conoscevano. Oppure andavo direttamente su LinkedIn per cercare i profili corrispondenti”, ricorda con un sorriso sulle labbra. Quasi tutti erano d’accordo. Come nelle belle storie.

Un progetto ancora in piena crescita

Questo nuovo progetto è una continuazione abbastanza logica di quello che Jean-Marc Arthot ha iniziato circa dieci anni fa e per il quale ha già acquisito notorietà locale.

“Nuove Les Sables”, un mix tra i paesaggi di New York e della Vandea. “Quando ci sono andato nel 2016, sono rimasto colpito da quante somiglianze ci fossero tra i due. Ma in questo primo progetto mancavano delle persone. Volevo davvero mescolare le vite.

Di conseguenza, in definitivaquesta mostra “Nuova Vandea”, che sarà possibile scoprire Dal 1 al 18 giugno al Priorato di Saint-Nicolas. In occasione, in particolare, della regata velica New York Vendée Les Sables-d’Olonne, che si svolgerà dal 29 maggio al 9 giugno. Una parte sarà dedicata a questa serie di ritratti, che verrà svelata in esclusiva lì. L’altro sarà dedicato al suo progetto iniziale, dove i visitatori potranno scoprire (o riscoprire) il connubio tra i paesaggi della Vandea e di New York.

Anche alcuni tavoli lo sono in vendita. Il suo progetto “in evoluzione” dovrebbe continuare a crescere nei mesi a venire, con altri ritratti simili. Anche il fotografo è sempre presente cercare partner per continuare a mantenerlo vivo.

Segui tutte le notizie dalle tue città e media preferiti iscrivendoti a Mon -.

-

PREV Rugby amatoriale – Federal 3: perché è scattato un reclamo dopo la partita tra RC Villeneuve e Pays de Meaux
NEXT Tre persone trovate morte a nord di Toronto