Nell’Alta Loira, un festival di giochi metterà sotto i riflettori l’Asia per tre giorni

Nell’Alta Loira, un festival di giochi metterà sotto i riflettori l’Asia per tre giorni
Nell’Alta Loira, un festival di giochi metterà sotto i riflettori l’Asia per tre giorni
-

L’associazione Brin de ficelle, accompagnata dai suoi numerosi volontari, organizza la sua 13a festa del gioco, venerdì 24 maggio, sabato 25 e domenica 26 maggio a Fontannes. Chiamato The Gaming Empire, si ispira alla cultura asiatica e offre nuove funzionalità.

Per tre giorni, la città di Fontannes vivrà al ritmo della cultura e dei giochi asiatici, grazie alla 13a edizione del festival dei giochi, organizzato venerdì 24, sabato 25 e domenica 26 maggio dall’associazione Brin de Ficelle. L’evento, denominato The Gaming Empire, propone diverse novità, soprattutto durante le serate. “La nostra idea è quella di offrire cose che permettano alle persone di tenersi occupate fino alla fine dello spettacolo serale”, riconosce Vivien Boyer, direttrice dello spazio di vita sociale del Brin de ficelle. Per la prima giornata, venerdì 24 maggio, dopo l’inaugurazione, i visitatori potranno mangiare con il menù barbecue. In attesa dello spettacolo di fuoco della compagnia Le feu sans fin, tutti potranno divertirsi grazie ad un gioco collettivo e partecipativo.

premio In Brioude, una commedia musicale adattata da “Choristes” frutto di un anno di lavoro

“Le persone non arriveranno o mangeranno tutte allo stesso tempo. Quindi faremo un gioco nella sala polivalente. Durerà un’ora e tutti potranno partecipare, arrivando alla partenza o anche a dieci minuti dalla fine. » Il principio è semplice: “Ci saranno quattro squadre. Draghi blu, rossi, gialli e verdi. Quando oltrepassiamo la porta ci viene assegnato un colore e possiamo aiutare la nostra squadra guadagnando punti. Questo fa avanzare il drago sulla muraglia cinese. » Questa prima serata si concluderà, sul tema del fuoco, con lo scioglimento delle lanterne.

Il festival ha cadenza biennale e questa edizione è in preparazione dallo scorso novembre.

Il giorno dopo il tema sarà molto diverso, basato su un gioco di luci e ombre. “Faremo uno spettacolo con la compagnia Les montreurs d’ombres. » Poiché ad ogni edizione l’associazione spinge il cursore un po’ più in là, a questo spettacolo seguirà il primo spettacolo pirotecnico del festival del gioco. “Tutti lo hanno approvato e siamo perfettamente in sintonia con il tema. Era il momento di farlo”, ride Magali Chaduc, direttrice della mediateca Brin de ficelle, organizzatrice dell’evento. Come il giorno prima, in attesa della conclusione della serata, i visitatori non saranno da meno.

NellAlta-Loira-un-festival-di-giochi-met

Ricevi via e-mail la nostra newsletter per il tempo libero e trova idee per gite e attività nella tua regione.

Saranno presenti due food truck, l’accesso alla pizzeria e allo snack bar del paese. Le persone possono anche fare il loro picnic. Ma il nostro desiderio è coinvolgere i commercianti locali.

Se questa nuova organizzazione permette di offrire un programma più completo ai visitatori, ciò non è senza conseguenze per i membri dell’associazione e per i volontari. “Dovrai essere presente dalle 8:00 alle 23:00. Sarà più intenso, ma ci organizzeremo diversamente. » Un importante incarico manageriale per Magali Chaduc. “Con i dipendenti gestisco circa 70 orari. Tra questi figurano una cinquantina di volontari. C’è gente che sarà presente all’installazione, a seconda di come lavora, poi c’è chi vuole andare solo al bar, e chi decisamente non vuole…”

Cina, Corea del Sud e Giappone

Per i membri dell’associazione, l’idea è quella di consentire ai volontari di beneficiare delle attività. “Investono molto, in particolare nei laboratori Brin de causette e Brin de rosette, il martedì, il giovedì e il sabato. Non tutti vedono tutto quello che viene fatto, è meglio poterne approfittare un po’”, aggiunge Vivien Boyer.

Per tutti, l’evento è il culmine di diversi mesi di preparazione. Le scenografie e tutte le attività sono state immaginate e realizzate a partire da novembre. Da una semplice statuetta a un’immensa testa di drago, ci sono molteplici e impressionanti offerte per immergere i visitatori nella cultura asiatica, in particolare dalla Cina, dalla Corea del Sud e dal Giappone.

Quest’ultimo sarà sotto i riflettori all’arrivo sul posto con la presenza di enormi cancelli Torii, realizzati da volontari. Immersione completa.

Nicola Jacquet

Il programma

Venerdì 24 maggio
18 ore. Inaugurazione.
20 ore. Formula barbecue.
Dalle 21:00 Gioco di società “I misteri dei draghi”.
22 ore. Il risveglio del drago, spettacolo Sotto le stelle di fuoco, della compagnia Le feu sans fin, seguito dall’uscita della lanterna.

Sabato 25 maggio
Dalle 17:30 Laboratori partecipativi di teatro delle ombre.
20:30 Spettacolo di teatro delle ombre della compagnia Les montreurs d’ombres.
22 ore. Risveglio del drago e fiaccolata, poi fuochi d’artificio.

Sabato 25 e domenica 26
Gioco di fuga. Ne verranno proposti tre, con scenari adatti a tutte le età
.
Strutture Gonfiabili
.
Giochi di grandi dimensioni.
Combattimenti di sumo per bambini e adulti
.
Mostra – Kamishibaï – Quiz.
Area intrattenimento “da vedere, da fare”. Calligrafia con Adrien Belmont
cerimonia del tè, ventaglio e giardino Zen
Geisha negli origami
il quiz del Maestro Shifu
piccolo spazio ninja, sofrologia – relax: Relaxed-Branché
.

Orientamento

. Con attitudine al Biathlon. Dojo di arti marziali (solo domenica). Yoga della risata: Club della risata Chechacho, Qi-Gong: ginnastica cinese con Déclic, tai Chi Chuan: ginnastica cinese con Déclic.Laboratorio di arrampicata sugli alberi . Con connessione rilassata. Animazione Micro-Folie (solo il sabato).Laboratorio di danza.La strada dei giochi.Labirinto di conoscenza e conoscenza. E anche. Tour delle strutture musicali, caccia al tesoro: la guida turistica di Daruma, gioco della carpa Koi “Chao Xin Xing” (tombola), sala interattiva, giochi di costruzione, area giochi Go e giochi asiatici, percorsi ondulati.Queste attività sono a pagamento. 

-

PREV A Tulle, da sei settimane in costruzione la rotatoria d’ingresso alla città
NEXT La disoccupazione in Vallonia è diminuita notevolmente in dieci anni ma il numero dei disoccupati di lunga durata è in aumento: come spiegarlo?