Nuova Caledonia: Bastiglia, Potier e Thiers, questi tre alti funzionari responsabili del disinnescare la crisi

Nuova Caledonia: Bastiglia, Potier e Thiers, questi tre alti funzionari responsabili del disinnescare la crisi
Nuova Caledonia: Bastiglia, Potier e Thiers, questi tre alti funzionari responsabili del disinnescare la crisi
-

Fecero anche il viaggio a Nouméa. Arrivato questo giovedì in Nuova Caledonia (ora locale), per una visita espressa in questo territorio d’oltremare tormentato dalle rivolte dal 13 maggio, Emmanuel Macron non è venuto da solo.

Oltre al Ministro dell’Interno e dei Territori d’Oltremare Gérald Darmanin, al Ministro delle Forze Armate Sébastien Lecornu e al Ministro delegato ai Territori d’Oltremare Marie Guévenoux, il Capo dello Stato è accompagnato da tre alti funzionari che dovranno disinnescare la crisi: Rémi Bastille , Frédéric Potier e Éric Thiers. Questi tre statisti avranno il compito di guidare una missione di dialogo – che dovrà essere avviata dal Presidente della Repubblica – tra indipendentisti e non indipendentisti.

Al suo arrivo, Emmanuel Macron ha chiesto una “pacificazione costruttiva” e la ricerca di una “soluzione” politica alle violenze verificatesi a seguito di un progetto di espansione dell’elettorato. ” Quelli sono techno », Ha commentato all’AFP il professore di diritto pubblico dell’Università di Lille Jean-Philippe Derosier, riguardo a questi tre alti funzionari.

Rémi Bastille, attuale prefetto del Doubs

Rémi Bastille è l’unico dei tre a ricoprire la carica di prefetto. Dirigente nel Doubs dall’inizio del 2024, questo quarantenne conosce bene il funzionamento del Caledoniano. Diplomato alla Scuola Nazionale di Amministrazione (ENA) nel 2011, ha iniziato la sua carriera lo stesso anno come responsabile di progetto presso il Segretario Generale del Ministero degli Interni, dei Territori d’Oltremare, degli Enti Locali e dell’Immigrazione, ricorda il giornale del Doubs Journal du Palazzo.

Dopo essere stato vice capo di gabinetto dei primi ministri Manuel Valls e Bernard Cazeneuve, nel 2017 è diventato consigliere del ministro degli Esteri Annick Girardin, responsabile degli affari sovrani, istituzionali e di sicurezza. Tre anni dopo, Rémi Bastille fu nominato segretario generale dell’Alto Commissariato della Repubblica di Nuova Caledonia. Ritorna nella Francia continentale nel settembre 2023 per diventare vicedirettore ad interim dell’ufficio di Gérald Darmanin, allora prefetto.

Frédéric Potier, ex consigliere per i territori d’oltremare a Matignon

Anche Frédéric Potier, 44 anni ed esperto associato alla Fondazione Jean-Jaurès, ha una certa esperienza in materie d’oltremare. Tra il 2012 e il 2014 è stato consigliere per i territori d’oltremare dell’Assemblea nazionale. Ha lasciato questo incarico per entrare nello studio di Manuel Valls a Matignon nel 2014, come consulente tecnico sulla questione d’oltremare, secondo la sua pagina LinkedIn.

Il quarantenne manterrà questa funzione fino al 2017, nonostante l’arrivo di Bernard Cazeneuve come primo ministro nel 2016. Successivamente assumerà, fino a febbraio 2021, la guida della delegazione interministeriale per la lotta al razzismo, l’Anti-razzismo. Semitismo e odio anti-LGBT (Dilcrah) per poi aderire alla RATP, dove attualmente è delegato generale per l’etica e la conformità.

Éric Thiers, ex consigliere di Emmanuel Macron

Éric Thiers, 54 anni e originario di Saint-Pierre-et-Miquelon secondo Outre-mer La Première, è l’attuale capo di gabinetto del ministro dell’Istruzione nazionale Nicole Belloubet. Prima di allora, tra settembre 2022 e febbraio 2024, questo avvocato è stato consigliere su Istituzioni e azione nel gabinetto di Emmanuel Macron. È durante questi due anni che si occupa della questione caledoniana, riferisce Nouvelle-Calédonie La Première.

Approvato dall’Alto Commissariato per la Pianificazione tra il 2020 e il 2022 e presentato come specialista in revisioni costituzionali da un ritratto di Libération, Éric Thiers è stato associato in particolare a quelli riguardanti la Nuova Caledonia, secondo Outremers360. È stato anche amministratore presso la Commissione di diritto dell’Assemblea nazionale tra il 1998 e il 2001 – secondo la sua pagina LinkedIn -, in particolare responsabile delle questioni di diritto costituzionale e dei territori d’oltremare.

videoNuova Caledonia: Macron chiede la rimozione dei blocchi stradali per porre fine allo stato di emergenza

Queste tre personalità avranno quindi il compito di facilitare il ritorno della calma in Nuova Caledonia. Secondo Politico, Rémi Bastille, Frédéric Potier e Éric Thiers dovranno restare lì più a lungo del Presidente della Repubblica, che giovedì ha affermato di non avere “nessun limite” di tempo lì. Il primo ministro Gabriel Attal ha chiarito mercoledì che questa missione rimarrà sull’isola “per tutto il tempo necessario”, precisando che mira a “far emergere un dialogo politico locale con l’obiettivo di raggiungere un accordo politico globale” .

-

PREV Val-d’Oise: un settantenne ricoverato in condizioni critiche dopo un incidente sulla A15
NEXT Sarah Knafo (Reconquest) lascia un messaggio in diretta per Jordan Bardella