Una mossa necessaria per Profil Canin

Una mossa necessaria per Profil Canin
Una mossa necessaria per Profil Canin
-

Il negozio Profil Canin si trasferisce in Charest Boulevard. Il proprietario Dominic Dion punta all’apertura a giugno, al termine della ristrutturazione di un’antica casa risalente alla fine del XIX secolo. In attività dal 1994 in rue Saint-Vallier, l’imprenditore ha nostalgia di lasciare una strada che ha sempre amato, ma è rassegnato a trasferirsi per la sostenibilità della sua attività.

Profil Canin si fa quindi “un bel regalo” alla vigilia del suo 30° compleanno, a luglio. Per il suo fondatore, l’acquisizione di questa residenza neo-quebecchese di grande interesse, costruita all’epoca da un maniscalco, costituisce un “grande investimento”. Si tratta di un grande cambiamento anche nella vita di Dominic Dion, poiché presto lascerà la campagna di Saint-Achillée, a Château-Richer, per trasferirsi nell’edificio situato al 21 di boulevard Charest Ouest.

Importanti questioni commerciali

Considerando l’imminente riqualificazione, quest’estate, dell’arteria commerciale a senso unico del quartiere di Saint-Sauveur, l’addestratore e toelettatore cinofilo è costretto a trasferirsi, con una certa riluttanza.

“È un modo per garantire la continuità delle nostre attività”, riassume il titolare della Profil Canin.

“Con la voglia di fare della Città [de cette portion] di rue Saint-Vallier, un tratto destinato alla ristorazione, limita il mix commerciale e complica davvero gli affari”, sostiene il signor Dion.

“Per noi del commercio al dettaglio, soprattutto per la nostra tipologia di attività, strade pedonali, sensi unici, con consegne da camion da 53 piedi, non era più possibile, soprattutto con il lavoro che sta arrivando. »

Questo trasloco, poche centinaia di metri più avanti su Charest Boulevard, consentirà all’azienda specializzata in prodotti e servizi di consulenza in materia di alimentazione e comportamento canino, di continuare la sua crescita e di aumentare il traffico nel negozio, grazie a una migliore accessibilità e parcheggi , sempre secondo il fondatore di Profil Canin.

“Il nostro obiettivo è abbandonare prima le strade pedonali [à la fin juin] per non subire perdite quest’anno, perché l’anno scorso abbiamo subito perdite enormi”, precisa Dominic Dion.

In quanto negozio al dettaglio, l’imprenditore sente di non avere più un posto in Saint-Vallier Street West.

“Allo stesso tempo, va bene per i ristoranti, ma il Quebec ha davvero bisogno di una nuova zona di ristorazione? Non lo so… Sicuramente sono state le questioni commerciali la nostra prima motivazione ad andarcene. »

Grande progetto

È giunto il momento di riabilitare la casa fatiscente situata all’ingresso del Boulevard Charest Ouest, un ex garage per carrozzerie.

“Lo stiamo ristrutturando completamente (…) stiamo rifacendo tutto”, dice il titolare della Profil Canin.

“Ha bisogno di tanto, tanto amore. »

Per la prima volta nella sua storia, il negozio non si troverà in rue Saint-Vallier Ouest. Per molto tempo Dominic Dion ha gestito un salone di toelettatura nell’attuale sede del bar Ma Station.

“Occupavamo l’intero piano terra, era il più grande salone di toelettatura del Quebec”, ricorda l’imprenditore del quartiere di Saint-Sauveur.

Malinconia

È stato lui ad aprire addirittura La Station, dopo la chiusura del suo salone di toelettatura, ristorante per pranzi a priori, proprietà che ha venduto cinque anni fa.

“C’è forse anche un po’ di nostalgia nell’abbandonare la strada”, confida il signor Dion.

“Se le dotazioni per gli esercizi commerciali (…) fossero state più valorizzate, sicuramente non ci saremmo trasferiti, perché possedevamo l’immobile da quasi 15 anni. Abbiamo sempre amato rue Saint-Vallier, ma ehi… la posta in gioco è troppo alta perché possiamo restare lì», conclude il fondatore di Profil Canin.

Profil Canin conta tre dipendenti tra cui l’esperto di nutrizione Christian Allard (a destra). Al suo fianco, il proprietario ed esperto di comportamento animale, Dominic Dion. Al duo è infatti interessato il rapporto tra gli esseri umani e i loro cani, il ristabilimento della comunicazione tra le due specie. “Il primo atto nella piramide dei bisogni è il cibo. Questa è la base per ripristinare l’armonia tra le specie”, spiega il fondatore dell’azienda.
Credito fotografico: Profilo canino

Rimani aggiornato sulle novità del tuo quartiere

Ogni sabato ricevi le nostre novità, offerte e attività imperdibili nel quartiere.

-

PREV “Un’estate a Ornans”: Mostra a Ornans
NEXT Angers Sco. El Melali conservato di nuovo, ritorna Fofana