Nantes si unisce al Festival della Stampa

Nantes si unisce al Festival della Stampa
Nantes si unisce al Festival della Stampa
-

Il Print Festival è un evento nazionale annuale. Ma per la prima volta, a Nantes, abbiamo deciso di partecipare all’evento, sotto l’egida del Museo Laboratorio della Stampa, MAI”, annunciano Marie Marchand e Jacqueline Pecantet. Entrambi sono membri del museo e anche incisori.

Il Festival della Stampa di Nantes si svolgerà quindi sotto forma di due mostre principali. Uno ha sede nella Galleria del Corridoio all’interno del Museo della Stampa. Lì dodici artisti locali espongono ciascuno quattro incisioni. Ci sono nomi come Christian Chevillard, Marie Aude Donguy e il collettivo Colle Hector. Altri partner come la libreria Coiffard o l’Eclat de verre si sono uniti a noi, fornendo stampe alle loro vetrine.​Inoltre, la Galleria Gaia e la Galleria Robet Dantec esporranno appositamente opere di incisione.

È nella grande sala dello spazio Jacques-Demy che si trova la seconda mostra. ” HAnne Paulus è l’ospite d’onore di questo festival della stampa. Lo abbiamo scelto per il suo approccio artistico decisamente esplorativo”, dicono gli organizzatori. Confermando essere in costante ricerca Anne Paulus afferma tuttavia di essere un’artista visiva, perché è anche una ceramista, e gioca con materiali diversi. Tuttavia, l’incisione rimane al centro della sua pratica. .

Ne sono testimonianza queste opere perfettamente originali, attraverso oggetti bifacciali chiamati Bi. A forma di dischi, hanno un lato ceramico, mentre l’altro si rivela come stampe, delicatamente incise su feltri di lana. Per me il feltro ha il potere sensibile del silenzio , scivola l’artista. Le lastre lavorate all’acquaforte stampano delicatamente questi pezzi ibridi, come un’altra corda all’arco di Anne Paulus, il libro d’artista. Lo vedo come un mezzo a sé stante ​. Esposti in una vetrina, questi preziosi fogli raccolgono testi, mappe o rappresentazioni del mondo. Quelli espressi anche con grande talento, su formati a misura d’uomo. E dove tecnica e poesia si uniscono per formare un mirabile ed armonioso caos.

Fino al 28 maggioal Mai, 24, quai de la fossa, e all’Espace Jacques-Demy, dal lunedì al sabato dalle 9:00 alle 12:00 e dalle 14:00 alle 17:30.

#Belgique

-

PREV Cantal. Il grande festival Vélo de Selle torna in scena a Marcolès
NEXT Stellantis apre le porte della Francia e dell’Europa alle auto elettriche cinesi Leapmotor