Ottiene il miglior voto nel suo orale letterario grazie all’intelligenza artificiale

Ottiene il miglior voto nel suo orale letterario grazie all’intelligenza artificiale
Ottiene il miglior voto nel suo orale letterario grazie all’intelligenza artificiale
-

Forse non conosceremo mai le sue reali capacità letterarie, ma nessuno ha ombra di dubbio sul fatto che Jean* sia molto dotato quando si tratta di intelligenza artificiale. Lo studente del liceo zurighese ha ottenuto il punteggio più alto della sua classe nell’esame orale sulla prima parte dell’opera Faust di Goethe. Solo che il giovane non ha mai letto, con un po’ di vera attenzione, un solo passaggio del libro, lasciando il suddetto compito a ChatGPT: “Ho ancora preso un sei”, esulta alla “NZZ”.

Per realizzare questa “impresa”, lo studente ha acquistato un abbonamento a tale software per poter scaricare i PDF. Ha poi trasmesso i testi originali così come le fonti secondarie. Lo studente doveva solo chiedere a ChatGPT di interpretare un insegnante di tedesco che conosce particolarmente bene l’opera di Faust e di spiegare in dettaglio la trama, i personaggi, i processi linguistici utilizzati, la biografia dell’autore, ecc. “Gli ho chiesto che alla fine della conversazione dovessi parlare del libro come se lo avessi letto”, spiega. Una scommessa vincente per lo studente zurighese che ha ripetuto l’iter anche per altri esami, ottenendo il voto peggiore con un cinque su sei.

-

PREV Montmirail. La settima edizione del Salone del Libro “elogio della dolcezza”
NEXT Già 13 anni per la libreria Bleu et Aure