La Turchia media nei colloqui per un accordo portuale tra Somalia ed Etiopia

La Turchia media nei colloqui per un accordo portuale tra Somalia ed Etiopia
La Turchia media nei colloqui per un accordo portuale tra Somalia ed Etiopia
-

La Turchia ha avviato la mediazione tra Somalia ed Etiopia su un accordo portuale firmato da Addis Abeba con la regione separatista del Somaliland all’inizio di quest’anno, secondo quattro funzionari a conoscenza della questione.

I negoziati sono l’ultimo tentativo di ripristinare le relazioni diplomatiche tra i vicini dell’Africa orientale, le cui relazioni si sono deteriorate a gennaio, quando l’Etiopia ha accettato di affittare 20 km di costa al Somaliland in cambio del riconoscimento dell’indipendenza di quest’ultimo.

Mogadiscio ha definito l’accordo illegale e ha reagito espellendo l’ambasciatore etiope e minacciando di espellere le migliaia di truppe etiopi di stanza nel paese per aiutare a combattere i ribelli islamici.

I portavoce del governo somalo, del ministero degli Esteri turco e del ministero degli Esteri etiope, del governo e dei servizi di intelligence non hanno risposto immediatamente alle richieste di commento.

Un portavoce del Somaliland, che ha lottato per ottenere il riconoscimento internazionale anche se si governa da solo e ha goduto di pace e stabilità paragonabili da quando ha dichiarato l’indipendenza nel 1991, ha detto: non è stato coinvolto nei colloqui.

L’obiettivo dei negoziati non era chiaro e le aspettative per una soluzione erano basse, hanno detto due funzionari.

“Nonostante le voci secondo cui la Somalia avrebbe ammorbidito la sua posizione rifiutandosi di impegnarsi nel dialogo fino a quando l’Etiopia non si ritirerà dall’accordo, sembra improbabile che venga trovata una soluzione”, ha detto uno dei due.

“Non vedo una soluzione e non mi aspetto che questi colloqui portino a molto.

La Turchia è diventata uno stretto alleato del governo somalo da quando il presidente Recep Tayyip Erdogan ha visitato per la prima volta Mogadiscio nel 2011, dove ha addestrato le forze di sicurezza e fornito aiuti allo sviluppo.

I due paesi hanno firmato a febbraio un patto di difesa, in base al quale Ankara fornirà supporto alla sicurezza marittima alla Somalia per aiutare il paese africano a difendere le sue acque territoriali.

La Turchia ha costruito scuole, ospedali e infrastrutture e ha offerto borse di studio ai somali per studiare in Turchia. In cambio, si è assicurato un punto d’appoggio in Africa e su una rotta marittima globale vitale.

-

PREV Arrestato per aver mostrato il dito medio a un agente di polizia: un americano ha risarcito 175mila dollari
NEXT Elezioni legislative 2024: scopri tutti i risultati nelle circoscrizioni estere