Prima esportazione di abbigliamento in Europa da parte di GDIZ

Prima esportazione di abbigliamento in Europa da parte di GDIZ
Prima esportazione di abbigliamento in Europa da parte di GDIZ
-

In Benin, la zona industriale Glo-Djigbé (GDIZ) ha spedito, venerdì 14 giugno 2014, una spedizione di 80.000 leggings per bambini alla catena francese di prêt-à-porter KIABI. Questa è la prima volta che abiti “made in Benin” vengono inviati in Europa, secondo le autorità.

Létondji Beheton, direttore della Società di investimento e promozione dell’industria (SIPI-BENIN SA), ha precisato che questa consegna fa parte di un accordo di fornitura con KIABI. Beheton ha affermato che entro la fine del 2024 la produzione raggiungerà i 2 milioni di capi di abbigliamento per KIABI, dimostrando la capacità di soddisfare i requisiti internazionali mantenendo elevati standard di qualità.

KIABI, che gestisce quasi 563 punti vendita in Francia, Spagna, Italia, Africa e Medio Oriente, è uno dei principali marchi internazionali con cui GDIZ ha firmato contratti di fornitura. Prima di KIABI, GDIZ aveva già concluso accordi con la catena americana The Children’s Place (TCP) e US Polo Assn.

Il Benin, essendo uno dei principali produttori di cotone dell’Africa occidentale insieme a Mali e Burkina Faso, beneficia degli sforzi del governo per industrializzare il settore tessile. Queste iniziative sostengono la produzione locale di prodotti tessili e di abbigliamento, rafforzando così l’economia nazionale e la sua presenza sul mercato internazionale.

-

PREV questa iniziativa unica per ripristinare i coralli del Mediterraneo
NEXT La porta della toilette dell’aereo si stacca, l’assistente di volo deve tenerla trattenuta per 16 ore di volo