Uomo contro orso, il dibattito sulla sicurezza delle donne che sta scuotendo i social network

Uomo contro orso, il dibattito sulla sicurezza delle donne che sta scuotendo i social network
Uomo contro orso, il dibattito sulla sicurezza delle donne che sta scuotendo i social network
-

(Washington) Sei una donna in una foresta. Con chi preferiresti finire: un uomo o un orso? La domanda è diventata virale sui social media, scatenando accesi dibattiti sulla percezione del pericolo da parte delle donne e sul loro rapporto con gli uomini.


Inserito alle 17:21

Meno aneddotica di quanto sembri, la vicenda sembra essere iniziata ad aprile da un video di TikTok. Delle otto donne intervistate, sette hanno detto che avrebbero scelto l’orso, nonostante la reputazione di ferocia di questo mammifero corpulento e artigliato.

Anche su Instagram e X, negli Stati Uniti come in Francia e altrove, la questione si è diffusa a macchia d’olio nelle ultime settimane.

Prendendo la questione non alla lettera ma come specchio dei dibattiti sociali sulle relazioni di genere, molte donne hanno spiegato perché preferivano l’orso. A volte con umorismo, spesso con un tono molto cupo.

“Un orso non mi violenterà prima di uccidermi”, scrive un internauta su X. “Nessuno avrà pietà dell’orso perché uccidermi rischia di distruggere la sua carriera”, aggiunge.

Condividendo uno screenshot di una testimonianza sullo stupro coniugale, un altro ha commentato: “Ecco perché le donne scelgono l’orso”.

” Capisco. Sappiamo cosa aspettarci da un orso”, ha reagito un utente su TikTok.

Ma per gli altri uomini è incomprensione.

“È pazzesca (pazzesca, ndr) questa visione degli uomini…” dice uno di loro a proposito di X.

In attesa che un giorno il dibattito si risolva – o meno – il media Fox News, negli Stati Uniti, ha scelto di pubblicare un elenco dettagliato di consigli per salvarsi la vita in caso di incontro improvvisato con un orso durante un’escursione. .

-

PREV Ucraina in difficoltà nel nord-est
NEXT Nella RDC, l’esercito denuncia “un tentativo di colpo di stato” dopo una sparatoria a Kinshasa