Ecco quante volte alla settimana dovrei cambiare il reggiseno per evitare i germi, secondo un dermatologo

-

Tra le donne e i loro reggiseni, è una grande storia di “Ti amo, neanche io”. Con l’aumento di Nessun movimento del reggiseno sui social c’è chi strizza ferretti e altri tessuti più o meno comodi da molti anni e si dice pronto a farla finita una volta per tutte.

I successivi confinamenti avranno lasciato il segno sulle donne francesi, stanche di vedersi lacerarsi la pelle dagli elastici. Secondo uno studio Ifop per XloveCam, dopo la fine dell’isolamento imposto, sempre più persone non indossano più il reggiseno. Tuttavia, questo boicottaggio non è ancora diffuso. Nel giugno 2022, 6% delle donne francesi hanno affermato di essersi liberati dall’“obbligo” di indossare il reggiseno, rispetto al 3% di febbraio 2020.

Il movimento No bra fa cadere il reggiseno

Dal canto loro, i loro coetanei che ancora insistono sul sostegno della biancheria intima vengono sempre presi per la gola dal stesse domande quando si avvia una macchina. Il pizzo resisterà ai programmi più delicati? E soprattutto lavare così pochi capi a settimana non è un po’ disgustoso?

Non mentiamo, molte persone si affidano agli stessi balconcini per più giorni di seguito. Alok Vij, un dermatologo che esercita presso l’American Medical Center di Cleveland, ha finito per illuminare coloro che sono meno propensi a cambiare la situazione. Sul sito web della sua clinica, lo specialista ha indicato che non cambiare il reggiseno con sufficiente frequenza potrebbe causare la comparsa di macchie anche sulla biancheria intima odori persistenti . La chiave di questa cattiva abitudine: problemi della pelle.

Quante volte puoi indossare un reggiseno prima di lavarlo?

In effeti, “tutte le cellule morte della pelle, il sebo e il sudore intrappolati sotto il reggiseno sono un terreno fertile per batteri e lieviti”. Pertanto, il contatto pelle a pelle con un reggiseno che è rimasto con il suo proprietario per un po’ troppo tempo può causare irritazioni, eruzioni cutanee così come il crescita di batteri“.

Per evitare qualsiasi rischio, consiglia “Cambia e lava i reggiseni ogni due o tre usi massimo”. Inoltre puoi indossare “Lo stesso reggiseno per due giorni di seguito, a patto di rimuoverlo per diverse ore nel mezzo per consentire al reggiseno di rilassarsi.”

credito fotografico: Shutterstock Cambia e lava i reggiseni ogni due o tre utilizzi al massimo

Come lavare i reggiseni?

Inoltre, il dottor Alok Vij ha voluto mettere in guardia sportivo. “È fondamentale prendersi cura del proprio reggiseno sportivo”, ha precisato. La parte in questione deve essere lavata “dopo ogni seduta per liberarlo dagli odori e dal sudore depositati nelle sue fibre”.

<h2>Lava i reggiseni correttamente</h2> <p>” width=”680″ height=”357″/></p></div> <p><span class= credito fotografico: ShutterstockLava i reggiseni correttamente

Infine, l’esperto consiglia sempre “chiudere il reggiseno prima di lavarlo” per evitare che i ganci rimangano impigliati nella macchina o in altri tessuti e optare per “un programma delicato” a 30 gradi. Alla fine del ciclo di lavaggio, stendi i reggiseni su un asciugamano in modo che possano asciugarsi senza allungarsi. Poiché rovina le proprietà elastiche del reggiseno, l’asciugatura in asciugatrice dovrebbe essere evitata.

-

PREV Da oltre trent’anni la famiglia Vial cucina per le troupe cinematografiche
NEXT Malmö in massima allerta in vista della finale di Eurovision