Proiezione in anteprima del lungometraggio “Déserts” di Faouzi Bensaïdi, il 10 maggio a Casablanca

Proiezione in anteprima del lungometraggio “Déserts” di Faouzi Bensaïdi, il 10 maggio a Casablanca
Proiezione in anteprima del lungometraggio “Déserts” di Faouzi Bensaïdi, il 10 maggio a Casablanca
-

Venerdì 3 maggio 2024 alle 19:33

Rabat – Il lungometraggio “Déserts” del regista Faouzi Bensaïdi sarà presentato in anteprima il 10 maggio al cinema Megarama di Casablanca.

Selezionato alla Quinzaine des Cinéastes (Festival di Cannes 2023) e doppiamente premiato alla Mostra de Valence (miglior attore/miglior regista), il sesto lungometraggio del regista, sceneggiatore e attore Faouzi Bensaïdi, arriva il 15 maggio nelle sale nazionali. sottolinea un comunicato stampa dei produttori del film.

Acclamato dalla critica, “Déserts” vuole essere un “western moderno e crepuscolare” che unisce road movie e thriller, in una struttura narrativa costruita in due parti, riferisce la stessa fonte.

Questo film di 128 minuti racconta la storia di Mehdi e Hamid, due amici di lunga data che lavorano per un’agenzia di recupero crediti a Casablanca. Vengono inviati nei lontani villaggi del sud del Marocco per estorcere denaro alle famiglie sovraindebitate…

Girato nel 2021 nella regione di Marrakech, il film ha come protagonista il duo Fehd Benchemsi/Abdelhadi Taleb, e riunisce un cast di attori importanti, tra cui Rabii Benjhaile, Hajar Graigaa, Mohamed Choubi, Nezha Rahil, Abdelghani Sannak, Nordine Saaden, Mohamed Hmimsa, Brahim Khai, Zhor Slimani e Abdellah Chicha.

“I diversi capitoli del film mettono in collisione i valori, le tradizioni e l’umanità del vecchio con la brutalità del nuovo. Il confine è poroso, incerto. Un mistero aleggia, i personaggi e le storie si intrecciano. Vedo il film come un percorso circolare, perché la storia è fatta di rotture, spostamenti e strade percorse a tutta velocità», osserva Faouzi Bensaïdi, citato nel comunicato stampa.

“Con Déserts volevo che una storia e la sua ambientazione scomparissero gradualmente a favore di un’altra e lasciassero molto spazio all’immaginazione dello spettatore. Il burlesque potrebbe tingersi di film noir, il sociale di suspense, e la realtà, accogliendo l’astrazione, potrebbe aprirsi al cosmico”, continua.

Regista teatrale e attore, Faouzi Bensaïdi ha diretto il suo primo cortometraggio pluripremiato, “La Falaise” nel 1997. Successivamente, ha co-scritto “Loin” con André Téchiné. Nel 2000 ha diretto due cortometraggi: “Le Mur”, presentato alla Quinzaine des Cinéastes e “Trajets”, premiato alla Mostra del Cinema di Venezia.

Il suo primo lungometraggio, “Mille mesi”, ha ricevuto i premi “Le premier aware” e “De la jeunesse à Un certain Regard”. Inoltre, molti dei suoi film hanno vinto premi, tra cui “WWW – What a Wonderful World” al Festival del Cinema di Venezia, “Mor à vente” che ha vinto il Premio Art et Essai alla Berlinale, “Volubilis” (Le Giornate degli Autori), “Giorni d’estate” e “Deserti”.

-

PREV Brigitte Lafleur gode di una felicità perfetta con il suo partner da 20 anni
NEXT La playlist di Emmanuel Moire