Elezioni europee in Belgio: lei si batte per un’Europa “più trasparente”.

Elezioni europee in Belgio: lei si batte per un’Europa “più trasparente”.
Elezioni europee in Belgio: lei si batte per un’Europa “più trasparente”.
-

«C’è in questo momento un’attenzione straripante», sorride Anna De Smedt, 34 anni, candidata alle europee nella lista “Voor U” (Per Te), partito belga fondato dall’ex politico dell’Open Vld (partito liberale) Els Ampe. Il suo poster ha infatti fatto scorrere molto inchiostro: la vediamo di tre quarti, con lo sguardo rivolto al futuro, con la profonda scollatura modellata in un piccolo top trasparente che lascia intravedere il reggiseno rosa fucsia, il colore della festa. Tutti cancellati con lo slogan “un’Europa trasparente”.

Ovviamente riceve incoraggiamento ma non solo. «Le reazioni negative a volte sono prive di ogni pudore ma non la prendo sul personale», ha spiegato in un video sui social. “È proprio quello che sono. Mi piace camminare per le strade con trucco, tacchi a spillo e gonna corta. Voglio solo essere carina. Il mio manifesto elettorale è un manifesto senza intelligenza artificiale o Photoshop. Solo la natura nella sua forma più pura. Confida anche che si tratta di una foto privata.

“L’immagine mostra chi sono veramente, una persona orgogliosa di quello che è. Con un accenno, ovviamente, alla trasparenza che voglio portare alla burocrazia europea”, sorride. “È un errore? Preferisci un politico pacato la cui immagine viene disegnata da un’agenzia di comunicazione sui social media e negli studi televisivi? Dove cerchi qualcuno autentico, che osi essere se stesso?”, conclude la donna che muove i primi passi in politica e che spera di portare il “nuovo respiro” di cui l’Europa ha bisogno.

Originario della Polonia e belga da due anni, il trentenne ha scelto anche questa immagine, per denunciare l’ascesa del pudore in Europa occidentale. Si preoccupa che le venga chiesto regolarmente di coprirsi, anche in spiaggia.

-

PREV Temenos: gli azionisti rifiutano la relazione sulla remunerazione
NEXT Orange Guinea lancia una crociata contro l’esclusione bancaria con Orange MicroFinances