Potere di influenza | Ricarica in ufficio

Potere di influenza | Ricarica in ufficio
Potere di influenza | Ricarica in ufficio
-

Ogni settimana, La stampa presenta consigli, aneddoti e riflessioni per leader, imprenditori e manager


Inserito alle 1:25

Aggiornato alle 9:00

L’ispirazione

Lo Spazio di Ricarica

In un momento in cui i datori di lavoro vogliono prendersi cura dei propri dipendenti, L’Espace Recharge lancia questo martedì il suo servizio di pausa ufficio chiavi in ​​mano, le cui attività proposte mirano a secernere gli ormoni della felicità nei dipendenti. Lo Spazio Ricarica viene installato direttamente nelle aziende per un periodo da 3 a 12 mesi. Le attività di gruppo e individuali sono progettate in collaborazione con le imprese locali. “Organizziamo tutto dalla A alla Z”, spiega la cofondatrice Hélène Beauséjour. Questo è l’anello che mancava nel mercato affinché tutti i giocatori fossero facilmente collegabili. » Tra tutte le attività, l’Immersive Room è innovativa consentendo al dipendente di ritrovarsi da solo in una stanza, immerso nell’esperienza prescelta (acquerello, creazione di mazzi di fiori, meditazione, ecc.) con l’aiuto di una guida su un percorso schermo gigante, in un contesto senza concorrenza né giudizio. Un progetto pilota realizzato a Énergir nel novembre 2023 e nell’aprile 2024 si è concluso con successo, afferma Andréanne Côté-Gauthier, direttrice senior dello sviluppo organizzativo di Énergir. “Questo tempo trascorso in una pausa di benessere aggiunge qualità alla giornata del dipendente e rilevanza alla sua presenza in ufficio. »

Fonte : La stampa

Il numero

73%

Questa è la percentuale di dirigenti intermedi che affermano di farlo qualche volta o sempre sopraffatto, stressato o esausto al lavoro durante la nuova indagine sui sentimenti dei manager (“Manager Sentiment Survey”) del 2024 realizzata da Capterra, la piattaforma di opinioni e software. Il tasso di I quadri intermedi che soffrono di burnout sono ancora più elevati tra coloro che lavorano in grandi aziende con più di 1.001 dipendenti (76%) e tra coloro che lavorano da remoto (76%). Lo afferma anche la maggior parte dei quadri intermedi (50%). non ho abbastanza tempo per fare tutto ciò che devono fare e non riescono a dare a tutti i loro rapporti diretti il ​​tempo di cui hanno bisogno (56%).

Fonte: Capterra

La cosa

Evitare di classificare i dipendenti per anno di nascita

Si parla molto dei profondi divari generazionali nel mondo del lavoro, dove ciascuna generazione attacca le altre con cliché. C’è chi ha avuto tutto e si è preso tutto. E gli altri, pigri, infedeli e lamentosi, disponibili quando vogliono. Li riconosci? Invece di collegare sistematicamente le aspettative lavorative a ciascuna generazione, Stéphane Simard, CRHA, autore e relatore, suggerisce che le aspettative siano più legate alla situazione personale o professionale delle persone. “Forse è più la situazione individuale e personale che inciderà sulla scelta delle aspettative lavorative”, spiega alla rivista Crocevia HR. “Avere una relazione, avere un primo figlio, un primo mutuo. O anche a livello lavorativo, vale a dire che è normale che un giovane voglia formarsi, voglia avere opportunità di avanzamento, come è normale anche che qualcuno più grande con esperienza voglia avere compiti adeguati alle sue esigenze. competenze. » In un mondo ideale, sostiene, ogni manager dovrebbe conoscere le aspettative dei propri dipendenti invece di mettere tutti nello stesso paniere.

Visita il sito web di Crocevia HR

Fonte : Crocevia HR

L’evento

Forum Agire insieme

Mercoledì 8 maggio si svolgerà presso l’Oasis immersion, al Palais des congrès de Montréal, il primo vero forum sulla salute mentale sul lavoro. Dopo la pandemia e la legge che modernizza il regime di salute e sicurezza sul lavoro, che ora include i rischi psicosociali, i datori di lavoro stanno aumentando i loro sforzi per affrontare questo problema sanitario. Il Quebec Institute ha rivelato che nel 2022 il tasso di assenteismo è aumentato del 19% e più della metà dei lavoratori (58%) che soffrono di un elevato disagio psicologico associano i propri sintomi al lavoro. Il forum consentirà ai datori di lavoro di conoscere soluzioni e nuovi approcci da parte di esperti, come investire in misure preventive. Prezzo del biglietto: $ 552,57.

Fonte: Forum Agire Insieme

Visita il sito del forum dell’Agir Ensemble

Il bordo

Cerchiamo di essere più trasparenti!

Hai mai chiesto a un candidato durante un colloquio di lavoro qual è il suo stipendio attuale? Fare questa domanda è illegale in sei province canadesi: British Columbia, Ontario, Terranova e Labrador, Nuova Scozia, Isola del Principe Edoardo, Manitoba o se lavori per il servizio pubblico federale. Stéfanie Rochford, CRHA e presidente della società Rochford Recherche de Cadres, afferma che la provincia del Quebec dovrebbe seguire l’esempio della Legge sulla trasparenza dei pagamenti (Pay Transparency Act), che impone anche la pubblicazione delle informazioni salariali negli annunci di lavoro: “La domanda sulla storia salariale in un colloquio di selezione è apparentemente innocua, ma esistono norme legali, etiche e discriminatorie, in particolare per i gruppi appartenenti a minoranze visibili, donne e le persone con disabilità”, ricorda sul suo blog.

Fonte: Ricerca esecutiva di Rochford

-

PREV Perché le aziende riacquistano sempre più azioni proprie? Ed è sempre nell’interesse degli azionisti?
NEXT Nessuno sciopero al TPG grazie agli impegni dati al personale